ANNO 1945

 SECONDA GUERRA MONDIALE 

I "12 PUNTI" DI TRUMAN

"27 ottobre 1945 - NEW YORK -  Il Presidente TRUMAN ha pronunciato oggi un discorso ufficiale che viene considerato il pi¨ importante da quando egli ha assunto la presidenza. 
La politica estera americana si base sui seguenti 12 punti fondamentali:

1) Noi non cerchiamo espansioni territoriali nÚ vantaggi egoistici. Non abbiamo progetti di aggressioni contro nessuno stato, nÚ grande nÚ piccolo. Non abbiamo obiettivi che necessariamente cozzino contro gli scopi pacifici di qualsiasi altra nazione.

2) Noi crediamo nella restituzione dei diritti sovrani e di autogoverno a tutti i popoli che ne sono stati privati con la forza.

3) Noi non approveremo mutamenti territoriali in nessuna parte del mondo legata a noi da rapporti amichevoli, a meno che tali mutamenti non si accordino coi desideri, liberamente espressi, del popolo interessato.

4) Noi crediamo che a tutti i popoli che sono preparati all'autogoverno debba venir concesso di scegliere la propria forma di governo manifestando liberamente la loro scelta senza interferenza da parte straniera.

5) In cooperazione con i nostri alleati di guerra noi governi democratici designati con libere scelte cercheremo di creare un mondo in cui il nazismo, il fascismo e l'aggressione militare non possano esistere.

6) Noi ci rifiuteremo di riconoscere qualunque governo imposto a qualunque nazione con la forza da qualsiasi forma di potere. In qualche caso pu˛ essere impossibile impedire l'imposizione forzata di simili governi, ma gli Stati Uniti non riconosceranno nessun governo del genere.

7) Noi crediamo che a tutte le nazioni debbano essere aperte i mari, i fiumi e le acque che passano attraverso pi¨ di un paese.

8) Noi crediamo che tutti gli stati che sono accettati nella societÓ della nazioni debbano aver accesso al commercio ed alle materie prime mondiali.

9) Noi riteniamo che gli stati sovrani dell'emisfero occidentale, senza interferenza dall'esterno dell'emisfero, debbano lavorare insieme come buoni vicini per la soluzione dei loro problemi comuni.

10) Noi crediamo che una completa collaborazione economica fra tutte le nazioni grandi e piccole sia essenziale per migliorare le condizioni di vita in tutto il mondo e per assicurare la libertÓ dalla paura e la libertÓ dal bisogno.

11) Noi continueremo a lottare per promuovere la libertÓ di parola e la libertÓ di religione in tutte le parti del mondo amanti della pace.

12) Noi siamo convinti che la salvaguardia della pace fra le nazioni sia necessaria l'organizzazione delle Nazioni Unite, composta da tutte le nazioni del mondo amanti della pace, le quali siano disposte ad usare insieme, ove occorre, la forza per assicurare la pace".
Harry Truman


(Dal comunicato stampa diramato dall'Agenzia Ansa il 27 ottobre 1945, ore 18.50)

 < < ritorno inizio ANNO 1945