ANNO 1981 (Pagine in costruzione) MESE DI AGOSTO

3 AGOSTO - Dopo il sequestro del fratello di Patrizio Peci (il terrorista pentito (*)) avvenuto l'11 giugno, il suo corpo viene ritrovato in una casa diroccata alla periferia di Roma nei pressi delle Capannelle. Inequivocabile la motivazione del delitto in una foto polaroid dove appare l'esecuzione del giovane è appeso un cartello con la scritta "Fucilazione del traditore Roberto Peci"...""L'unico rapporto della rivoluzione con i traditori è l'annientamento".
(*)  Patrizio Peci era stato catturato il 20 febbraio del 1980 nel corso di una operazione dei carabinieri del Generale Dalla Chiesa.
La sua cattura era stata considerata la sesta "grossa operazione" contro esponenti delle BR dopo il rapimento di Moro. 
La prima risaliva al 18 maggio 1978, quando fu scoperta la tipografia delle Br in via Pio Foà a Roma, fu arrestato il titolare Enrico Triaca e da lui si risalì ai presunti componenti della "colonna romana": Teodoro Spadaccini, Giovanni Lugnini, Gabriella Mariani e Antonio Marini, tutti arrestati, mentre Barbara Balzerani e Mario Moretti risultavano latitanti.

Il 13 settembre dello stesso anno fu arrestato a Milano Corrado Alunni. Sempre a Milano il 1° ottobre, furono scoperte diverse basi terroristiche e arrestate dieci persone, fra cui Lauro Azzolini e Franco Bonisoli. A Roma il 29 maggio gli agenti catturarono Adriana Faranda e Valerio Morucci. Sempre a Roma il 24 settembre, dopo uno scontro a fuoco. gli agenti ferirono e catturarono Prospero Gallinari.

Dopo l'arresto di Peci i latitanti segnalati erano ancora 7 quelli connessi al rapimento Moro.
Ma dopo l'arresto di Peci un comunicato del 22 maggio di quest'anno dell'Ansa (dispaccio delle ore 15,35) segnalava "Sono oltre 200, dall'inizio dell'anno, le persone arrestate dalla polizia e dai carabinieri perché  accusate di atti di terrorismo. I colpi più pesanti sono stati subiti dalle Brigate Rosse con una ottantina di arresti e da Prima Linea con una cinquantina".

Indubbiamente questo alto numero di arresti fu attribuito dai terroristi alle rivelazione fatte dal "pentito" Patrizio Peci. E colpirono il fratello o per vendetta o credendolo lui stesso un informatore.

(che per la cronaca, il 26 gennaio del 1983, "Con dieci ergastoli e sette assoluzioni  si è concluso il processo alla colonna genovese delle BR. Il "pentito"  Patrizio Peci è tornato il libertà"
(Comun. Ansa del 26 gennaio 1983, ore 16,34)

7 AGOSTO - In un clima di manifestazione pacifiste in tutte Italia, il Consiglio dei Ministri decide di installare a Comiso (Ragusa) in Sicilia l'unica base italiana di euromissili Cruise

PAGINA INIZIALE DELL'ANNO

  ALLA PAGINA PRECEDENTE