SCHEDE BIOGRAFICHE
PERSONAGGI
GUSTAVE FLAUBERT

GUSTAVE FLAUBERT -  Nacque nel 1821 a Rouen, da famiglia borghese: il padre era medico amato da tutta la città di Rouen e la madre era un ricca proprietaria terriera. Flaubert non conobbe mai ristrettezze: inizialmente visse in un appartamento ricavato in un ala dell'ospedale e poi in una splendida villa a Croisset sulla Senna, dove scrisse tutti i suoi capolavori.

Compiuti gli studi al liceo della città natale, dove tra il 1834 e il 1839 redasse il giornale Le colibri e scrisse moltissimo, tra cui Mémoires d'un Fou (1836), racconto autobiografico della passione per Madame Schlésinger. Nel 1842 si trasferì a Parigi per seguire gli studi di diritto, detestati ed interrotti al primo attacco di epilessia nel 1844. Questa malattia lo convinse a ritirarsi a Croisset, dalla quale si allontanò solo per alcuni viaggi in Italia (1845), in Bretagna (un pellegrinaggio a piedi), in Normandia.

Nel 1848 assistette a Parigi alla rivoluzione che pose fine al regno di Luigi Filippo e dopo la salita al trono di Napoleone terzo, ebbe l'impressione di un totale fallimento della borghesia e del trionfo della società di massa. Dal 1849 al 1851 lo scrittore, insieme a un amico, fece un lungo viaggio in Medio Oriente, in Grecia e in Italia dal quale avrebbe tratto spunto per un un'opera di carattere esotico e fantastico, Salammbô (1862).

Non curante del successo e spogliatosi dalle sue proprietà per salvare dal dissesto economico il marito di sua nipote, trascorse in condizioni disagiate gli ultimi anni della vita, mantenendosi con gli scarsi proventi della sua attività di scrittore e con una modesta pensione governativa. 
Morì per un attacco di epilessia a Croisset nel 1880.

La sua vita affettiva e sentimentale fu semplice: l'adorazione per il padre, per la madre, il grande affetto per la sorella Carolina e la passione giovanile per Henriette Collier che non lasciò tracce. La passione romantica, nata nel 1836, per Elisa Foucault, che rappresentò il sogno d'amore inappagato della sua vita (l'eco di questa passione torna nell'Education sentimentale). Louise Colet, conosciuta nel 1846, è l'amore sensuale, che però si interruppe nel 1856. 
Nello stesso anno cominciò a lavorare a Madame Bovary per la cui pretesa immoralità fu processato e poi assolto nel 1857. Questa opera enuncia già la teoria dell'impersonalità nell'opera d'arte, ma conserva un fervido impulso sentimentale che fa collocare Flaubert fra la scuola romantica e quella naturalista.

Autocritico severissimo, si decise tardi alla pubblicazione delle sue opere: le prime puntate della Madame Bovary, in gestazione del 1851, comparse nella "Revue de Paris" nel 1856, scandalizzarono i benpensanti. Processato per immoralità, Flaubert fu assolto solo perché i giudici non ritennero dimostrabile l'intenzione dell'autore di offendere la morale.

Altre opere non altrettanto significative sono: Salammbô (1862), favola esotica ambientata nell'antica Cartagine; Tentation de Saint-Antoine (La tentazione di Santo Antonio, 1874); Bouvard e Pécuchet, storia rimasta incompiuta.

Oltre a Madame Bovary il suo romanzo più importante fu L'educazione sentimentale (1869). L'arte, per Flaubert, ha il fine di rappresentare il mondo mentre l'autore partecipa il suo eroe all'aspirazione della felicità data dall'impossibilità di raggiungerla. Un altro successo fu Trois contes (Tre racconti: La leggenda di S. Giuliano ospitaliere, Un cuore semplice e Erodiade, 1877).


SCRIVE  (Manuel)

Les critiques situent volontier l'œuvre de Flaubert à la jointure du Romantisme et du Réalisme:
- -soit qu'ils distinguent deux étapes dans son existence: Flaubert, tenté de sa jeunesse par les élans des âmes romantiques, les exaltations du cœur, les rêveries qui emportent au-dessus du banal quotidien bourgeois, aurait, dans sa maturité, surmonté ce Romantisme par une discipline d'écriture caractérisée par le souci de l'observation objective, de l'exactitude documentaire;
- -soit qu'ils distinguent deux composantes dans sa personnalité: une composante native vers les élans sentimentaux et les rêve, et une composante de source éducative familiale, forgée dans le milieu medical où il a grandi, et caracterisée par le sens de l'exactitude, la croyance au déterminisme et l'esprit d'observation objective.
TRADUZIONE:
I critici collocano facilmente l'opera di Flaubert nella fase di giuntura tra Romanticismo e Realismo:
-sia che essi distinguano due tappe nella sua esistenza: Flaubert, tentato sin dalla sua giovinezza dall'impeto degli spiriti romantici, dalle esaltazioni dell'animo, dalle fantasticherie che portano via con sé al di là del banale quotidiano borghese, avrebbe, nel periodo della sua maturità, scavalcato questo Romanticismo a favore di un metodo di scrittura caratterizzato dalla cura dell'osservazione oggettiva e dalla precisione dei documenti;
-sia che essi distinguano due componenti nella sua personalità: una componente innata per gli slanci sentimentali e per il sogno, e una componente derivata dall'educazione familiare, forgiata in ambiente medico, ove è cresciuto, e caratterizzata dal senso della precisione, dalla credenza nel determinismo e dallo spirito d'osservazione oggettiva.

La vie
(la vita)
Gustave Flaubert est né a Rouen en 1821, pendant la restauration de l'Ancien Regime; son père est un chirurgien reputé. Toutefois le jeune Gustave se sent incapable de satisfaire aux attentes de son ambitieux père et il se tourne vers la littérature comme vers un refuge. En 1836 une passion secrète naît quand il rencontre la jeune Elisa Schlésinger dans une station balnéaire. Cette amour est à l'origine de nombreuses œuvres. Flaubert étude les langues anciennes, la philosophie, puis le droit et il frequent differents cercles romantiques dans sa jeunesse. Mais en octobre 1843, une maladie nerveuse, avec une crise d'épilepsie, le conduit à abandonner ses études. En 1844, il se retire a Croisset (près de Rouen) et il se consacre au culte de l'Art. Il travaille avec acharnement sur ses œuvres, minutieusement, et, pour arriver à un style parfaitement pur, il les déclame à pleine voix, en testant leur sonorités. Après 53 mois de travaille, il publie Madame Bovary, qui lui assure la célébrité, même s'elle a suscité scandale dans un premier moment. Après il écrira beaucoup d'autres œuvres importantes e célébres, mais, écrasé par le poids de l'existence, dominée par la stupidité de l'humanité, il mourra en 1880, victime d'une hémorragie cérébrale.
TRADUZIONE:
Gustave Flaubert è nato a Rouen nel 1821, durante la restaurazione dell'Ancien Regime; suo padre è un affermato chirurgo. Tuttavia il giovane Gustave si sente incapace di soddisfare le aspettative del suo ambizioso padre e si rivolge alla letteratura come ad un rifugio. 
Nel 1836 nasce una passione segreta quando incontra la giovane Elisa Schlésinger in uno stabilimento balneare. Quest'amore è all'origine di numerose sue opere. Flaubert studia le lingue classiche, la filosofia, poi il diritto e frequenta differenti circoli romantici nel corso della sua giovinezza. Ma nell'ottobre del 1843, una malattia nervosa, con una crisi di epilessia, lo portano ad abbandonare i suoi studi. Nel 1844 si ritira a Croisset (vicino a Rouen), e si consacra al culto dell'Arte. Lavora con accanimento sulle sue opere, minuziosamente, per raggiungere uno stile puro, le declama a voce alta, per testarne le sonorità. Dopo 53 mesi di lavoro, pubblica Madame Bovary, che gli assicura la celebrità, anche se in un primo momento ha suscitato scandalo. In seguito scriverà molte altre opere importanti e famose, ma, schiacciato dal peso dell'esistenza, dominata dalla stupidità dell'umanità, morirà nel 1880, vittima di un'emorragia cerebrale.

L'œuvre: Madame Bovary (1857)
Pour ce roman, fruit de plus de quatre années de labeur, Flaubert s'est inspiré d'un fait divers réel, et tout à fait prosaïque: un ancien élève de son père, Eugène Delamare, médecin dans un bourg de Normandie, s'était laissé mourir de chagrin après que sa femme, Delphine, l'eut trompé et se soit finalement suicidée.
TRADUZIONE:
Per questo romanzo, frutto di più di quattro anni di lavoro, Flaubert si è ispirato ad un fatto di cronaca reale, e allo stesso tempo fantastico: un vecchio allievo di suo padre, Eugène Delamare, medico in un borgo della Normandia, si è lasciato morire di dolore dopo che sua moglie, Delphine, l'aveva tradito e si era finalmente suicidata.

Resumé: (Riassunto):
Fille d'un paysan assez aisé, élevée dans un couvent où elle s'est secretement nourrie l'imagination de clichés propres aux lectures chevaleresques, Emma Rouault s'ennuie dans la ferme de son père, et épouse un médiocre officier de santé, Charles Bovary. Celui-ci est un brave homme, sincèrement amoureux de sa femme, mais incapable de comprendre ses aspirations: la jeune femme se désespère des routines du quotidien et rêve de félicité sublimes, d'aventures romanesques. Invitée à un bal au château de La Vaubyessard elle tire de ce qu'elle a vu et entrevu la certitude qu'il y a cette "autre vie", fait de luxe, de noblesse, de passions exaltantes. Costatant que sa femme se languit, Charles décide de "changer d'air", et s'installe à Yonville. Ce village est dominé par des représentants caricaturaux de la religion et de la science: le curé Bournisien et le pharmacien Homais, esprits obtus et mesquins. Emma croit cependant trouver une âme semblable à la sienne chez un jeune clerc de notaire, Léon Dupuis. Après une idylle platonique -Léon quitte Yonville pour ses études sans avoir osé se déclarer-, Emma tombe dans les bras d'un séducteur expérimenté, Rodolphe Boulanger, un gentilhomme-fermier des environs: alors qu'Emma assiste avec lui aux Comices Agricoles, celui-ci sait trouver le paroles qui la touchent. Mais le prosaïque Rodolphe est vite lassé et inquiet des excès passionnels de sa maîtresse; il rompt, et Emma délaissée tombe malade. Soucieux de distraire son épouse, Charles l'amène au spectacle à Rouen. Le destin veut que l'on y retrouve Léon, que la vie rouannaise a transformé. Pour retrouver Léon, Emma se rend chaque jeudi à Rouen, sous prétexte de leçons de piano; l'amour cesse d'être platonique dés le premier voyage. Mais inexorablement la jeune femme -qui s'endette auprès d'un usurier, Lheureux-, glisse vers la faillite financière, en même temps que vers l'échec sentimental (Léon, déniasé, n'est plus qu'un jeune homme ordinaire, avide de carrière et de plaisir). Finalement, menacée de saisie pour ses dettes, abandonnée de tous, sauf de son mari qui ignore tout et n'a rien vu, elle arrive à dérober de l'arsenic chez le pharmacien Homais et se suicide, mourant dans d'atroces souffrances. Ruiné, solitaire sans appui ni soutien, Charles ne lui survivra pas longtemps.
TRADUZIONE:
Riassunto: Figlia di un contadino abbastanza agiato, allevata in un convento ove si è segretamente nutrita l'immaginazione di stereotipi propri della letteratura cavalleresca, Emma Rouault si annoia nella fattoria di suo padre, e sposa un mediocre medico, Charles Bovary. Questi è un brav'uomo, sinceramente innamorato di sua moglie, ma incapace di comprendere le sue aspirazioni: la giovane donna si dispera per la monotonia del quotidiano...

 ...e sogna delle felicità sublimi, delle avventure da romanzo. Invitata ad un ballo al castello de La Vaubyessard acquisisce da quello che ha visto e intravisto la certezza che esiste quest'"altra vita", fatta di lusso, di nobiltà, di passioni esaltanti. Constatando che sua moglie s'annoiava, Charles decide di "cambiare aria", e si trasferisce a Yonville. Questo villaggio è retto da dei rappresentanti caricaturati della religione e della scienza: il parroco Bournisien e il farmacista Homais, spiriti ottusi e meschini. Emma crede tuttavia di trovare un'anima simile alla sua in un praticante notaio, Léon Dupuis. Dopo un idillio platonico -Léon lascia Yonville per i suoi studi senza aver osato dichiararsi-, Emma cade tra le braccia di un seduttore esperto, Rodolphe Boulanger, un gentiluomo-affittuario del circondario: quando Emma assiste con lui ai Comizi Agricoli, questi sa trovare le parole che la toccano. Ma il fantastico Rodolphe è subito stanco e spaventato dagli eccessi passionali della sua padrona; rompe, e Emma abbandonata a sé stessa si ammala. Preoccupato di far distrarre sua moglie, Charles l'accompagna allo spettacolo a Rouen. Il destino vuole che vi rinconcontri Léon, che la vita di Rouen ha trasformato. Per incontrare Léon, Emma si reca ogni giovedì a Rouen, con il pretesto delle lezioni di pianoforte; l'amore cessa di essere platonico dal primo viaggio. Ma inesorabilmente la giovane donna -che s'indebita nei confronti di un usuraio, Lheureux-, scivola verso la bancarotta, e, allo stesso tempo, verso l'insuccesso sentimentale (Léon,smaliziato, non è più che un giovane ordinario, avido di carriera e di piacere). Finalmente, minacciata di pignoramento per i suoi debiti, abbandonata da tutti, salvo che dal marito che ignora tutto e che non ha visto niente, arriva a derubare dell'arsenico presso il farmacista Homais e si suicida, morendo tra atroci sofferenze. Rovinato, solo senza appoggio né sostegno, Charles non le sopravvivrà a lungo. (foto: Renoir, La signora Daudet)

Madame Bovary a été publié en 1857 et il a suscité forts reactions, jusqu'à être soumis à un procès pour immoralité, dont il est sorti de toute façon acquitté. Le roman debut avec la description de la jeunesse pauvre et sacrifiée de Charles (Monsieur Bovary), ses peines dans un milieu loin, la volonté autoritaire de sa mère, qui reste toujours insatisfaite de son fils, et au contraire, on ne parle pas de la femme qu'on attends à rencontrer dés la première ligne.
TRADUZIONE:
Madame Bovary fu pubblicato nel 1857 e suscitò vive reazioni, fino ad essere sottoposto ad un processo per immoralità, dal quale comunque uscì assolto. Il romanzo si apre con la descrizione della gioventù povera e sacrificata di Charles (Sig. Bovary), i suoi stenti in un luogo lontano da casa, la volontà autoritaria della madre, che rimarrà sempre insoddisfatta del figlio, mentre non si accenna per nulla alla donna che ci si aspetta di incontrare fin dalla prima riga.

L'enfance et la jeunesse d'Emma sont cachées intentionnellement par l'auteur, qui lui donne ainsi un halo de mystère. Seulement à partir du cinquième chapitre, en effet, Flaubert commence à nous montrer discrètement, sans fard, la fausse modération et l'égocentrisme, joint à une vanité inattendue, de cette femme. Emma est vite déçue, soit de Charles soit de sa condition de vie. Elle méprise son mari car il ne represente plus la nouveauté, la possibilité d'être respectée et honorée comme dans les romans qu'elle a lu. La nouveauté, très differente du rêve, la déprime.
TRADUZIONE:
L'infanzia e la gioventù di Emma sono volutamente celate dall'autore, che crea così un alone di mistero intorno a lei. Soltanto dal quinto capitolo, infatti, Flaubert comincia discretamente a mostrarne, senza veli, la falsa moderazione e l'egocentrismo unito ad una inaspettata vanità. Emma, presto, è delusa, sia da Charles sia dalla sua condizione di vita. Disprezza il marito solo perché egli non rappresenta più la novità, la possibilità di essere rispettata e riverita come ha letto accadere nei libri. La novità, troppo diversa dal sogno, la deprime.

Donc Madame Bovary a un âme tourmenté et inquiet, mais les personnages masculins sont attirés par elle pour sa fraîcheur et sa façon de faire. Personne reste indifférent à son passage, ni le maire ni Binet, homme réservé et solitaire. Emma n'est pas très belle mais elle est pleine de charme et elle sait se faire remarquer. Flaubert nous ne donne jamais un'image complète, il préfère fournir particuliers éparpillés qu'un lecteur attent doit savoir réunir et utiliser (les phrases suivantes sont traduites directement en italien):
TRADUZIONE:
Madame Bovary ha dunque un animo tormentato ed inquieto, ma i personaggi maschili sono attirati da lei per la sua freschezza e il suo modo di fare. Nessuno rimane indifferente al suo passare, né il sindaco né Binet, uomo schivo e solitario. Emma non è bellissima ma è di notevole fascino e sa come farsi notare. Flaubert non ne dà mai un'immagine completa, preferisce fornire particolari sparsi che un lettore attento dovrà saper raccogliere ed utilizzare:
** "Una giovane donna, in veste di guarini blu guarnita di tre volani, venne sulla soglia della casa per ricevere il signor Bovary…" Cap. II
** "Charles fu sorpreso dalla bianchezza delle sue unghie. Erano brillanti, appuntite, più polite degli avori di Dieppe, e tagliate a mandorla. Tuttavia la mano non era bella, non abbastanza pallida, forse, e un po' secca alle falangi; anche era troppo lunga, e senza molli inflessioni di linea nei contorni. Quello ch'essa aveva di veramente bello erano gli occhi; benché fossero bruni, sembravan neri per via delle ciglia; il loro sguardo veniva a colpirvi francamente, come una candida carezza".
** "…, e così scopriva le labbra carnose…" Cap. II
** "Il suo collo usciva da un colletto bianco, ripiegato. I capelli, così lisci che le due bande nere parevan fatte ognuno d'un sol pezzo, eran separati in mezzo da una riga fina, che seguiva la curva delicata del cranio; e andavano a confondersi dietro, scoprendo appena la punta dell'orecchio, in un nodo abbondante, con un certo moto d'onda verso le tempie: cosa che il medico notò per la prima volta in vita sua. I pomelli erano rosei. Portava, come un uomo, infilato tra due bottoni del corpetto, l'occhialino di tartaruga." Cap. II
** "Visti così da vicino, i suoi occhi gli parevan più grandi, specie quando essa apriva più volte e di seguito le palpebre, svegliandosi; neri all'ombra e d'un azzurro cupo in piena luce, essi avevano come degli strati successivi di colore, più densi nel fondo e sempre più chiari verso la superficie dello smalto." Cap. V
** "…molto carina la moglie del medico! Bei denti, begli occhi neri, piedino civettuolo, e una figura da Parigina." Cap. VII-seconda parte
** "Il fatto è che ha degli occhi che ti entrano nel cuore come succhielli. E quella tinta pallida!… Io che adoro le pallide!…" Cap. VII - seconda parte
** "…e non c'era al mondo cosa più bella della sua testa castana e della sua pelle bianca, su quello sfondo di porpora, quando, con un gesto pudico, ella serrava la braccia nude, nascondendosi il viso tra le mani." Cap. V - terza parte
** "Gli occhi neri parevano anche più neri. Le bande di capelli, lievemente rigonfie verso gli orecchi, lustravano d'un riflesso turchino…" Cap. VIII

L'amour de Charles semble n'avoir aucune importance pour elle, son mécontentement la pusse à abuser de la confiance du mari, à le trahir, à contracter beaucoup de dettes pour désirs velléitaires ou pour ses amants. Charles cherche inutilement de reconquérir l'affet de son épouse résultant naïf et ridicule. Les engouements pour Rodolphe et pour Léon donnent corps aux désirs longtemps cachés, mais ces experiences sont destinées à se conclure avec l'abandonne par tous les deux. L'usurier Lheureux est très expérimenté et il reussit à vendre à Emma objets de tous les genres, la contrainant à signer lettres de change et à perdre tous ses biens. A' la faillite sociale et sentimentale succéde la realité du disastre economique, déterminé par ces folles dépenses de la protagoniste qui se tue all'arrivée des encaisseurs, qui viennent à le confisquer les meubles.
TRADUZIONE:
L'amore di Charles sembra non contare per lei; il suo scontento la spinge ad abusare della fiducia del marito, a tradirlo, a contrarre ingenti debiti per desideri velleitari o per i suoi amanti. Charles cerca inutilmente di riconquistare l'affetto della consorte risultando ingenuo e ridicolo. Proprio le infatuazioni per Rodolphe e per Léon danno corpo a desideri a lungo nascosti, ma queste esperienze sono destinate a chiudersi con l'abbandono da parte di entrambi. Il merciaio Lheureux è molto abile e riesce a vendere ad Emma oggetti di ogni genere, costringendola a firmare cambiali e a perdere tutti i suoi beni. Al fallimento sociale e sentimentale subentra la realtà della rovina economica, determinata appunto da queste folli spese della protagonista che, al presentarsi degli esattori, che vengono a confiscarle i mobili, si uccide.

Point de vue du narrateur
(punto di vista del narratore)
Dans ce roman Flaubert s'exprime dans une façon impersonnelle et objective, donc c'est difficile comprendre son point de vue. Toutefois il semble donner un jugement dans la façon dans la quelle Emma aurait pu resoudre au moins une partie de ses problèmes.
TRADUZIONE:
In questo romanzo Flaubert si esprime in modo impersonale e oggettivo, quindi ci rimane difficile capire il suo punto di vista. Però, sembra dia un giudizio nel modo in cui Emma avrebbe potuto risolvere almeno una parte dei suoi problemi.

Style descriptif
(descrittivismo)
Dans ce roman il y a differents styles descriptfs:
§ Ambiant
§ Psychologique
§ Du comportement
Un exemple de celui ambiant est le bal. En effet il y a la description du comportement et de la façon de s'habiller des femmes: elles ont des broches et des bracelets de diamants, les cheveux ornés par fleurs de tous les genres. Les homme, au contraire, ils ont des fracs d'une étoffe très douce et leurs cheveux sont frisés sur les tempes.
Un exemple de celui psychologique est la façon de dormir de Charles: il se couchait sur le dos et il commencait à ronfler.
Un exemple de celui du comportement est représenté par la façon de manger de Charles: il rentrait chez-lui à dix heures, quelque fois à minuit, et après avoir raconté sa journée à sa femme, il mangeait les restes du bœuf braisé, il grattait la croûte du fromage, il mordait une pomme et enfin il vidait la caraffe.
TRADUZIONE:
Nel romanzo sono presenti diversi tipi di descrittivismo:
· Ambientale;
· Psicologico;
· Comportamentale.
Un esempio di quello ambientale è il ballo. Infatti viene descritto il modo di comportarsi e di vestirsi delle donne: indossano spille e bracciali di diamanti, e hanno i capelli ornati di fiori di ogni genere. Gli uomini, invece, indossano dei frac di stoffa morbidissima e i loro capelli sono arricciati sulle tempie.
Un esempio di quello psicologico è il modo di dormire di Charles: si coricava sul dorso e attaccava a russare.
Un esempio di descrittivismo comportamentale è rappresentato dal modo di mangiare di Charles: rincasava alle dieci, a volte a mezzanotte, e dopo aver raccontato la sua giornata alla moglie, mangiava gli avanzi dello stracotto, grattava la crosta del formaggio, addentava una mela e infine vuotava la caraffa.

Caracteristiques des personnages
(caratteristiche dei personaggi)
Emma est une femme qui vive avec l'eternel mécontentement de la propre condition et avec le regret d'être épousé et de n' être jamais arrivée à entrer dans la classe de l'aristocratie.
TRADUZIONE:
Emma è una donna che vive con la perenne scontentezza del proprio stato e con il rimpianto di essersi sposata e non essere riuscita ad entrare nel ceto aristocratico.

Charles a une vie commune, sans aucun intérêt. Il aime sa femme mais il ne fait rien pour le demontrer. Il est influencé par la mère.
TRADUZIONE:
Charles ha una vita del tutto comune, senza alcun interesse. Ama la moglie ma non fa niente per dimostrarglielo. Viene influenzato dalla madre.

La mère de Charles veut tout l'amour du fils pour soi-même, et elle fait du tout pour trouver des défauts dans le comportement d'Emma.
TRADUZIONE:
La madre di Charles vuole tutto l'amore del figlio per sé, e fa di tutto per trovare dei difetti nel modo di comportarsi di Emma.

Séquences de la narration (sequenze di narrazione)
Les séquences de la narration mis en évidence par Flaubert sont les suivantes:
TRADUZIONE:
Le sequenze di narrazione evidenziate da Flaubert sono le seguenti:
1. Pensées et réflexions d'Emma (
Pensieri e riflessioni di Emma);
2. Caractère de Charles
(Carattere di Charles);
3. Les hobbys et les capacités d'Emma (
Gli hobby e le capacità di Emma);
4. Le travail de Charles (
Il lavoro di Charles);
5. Les rapports entre Emma et la belle-mère
(I rapporti tra Emma e la suocera);
6. Les valeurs d'Emma
(I valori di Emma);
7. Les journées et les passe-temps d'Emma (
Le giornate e i passatempi di Emma);
8. Preparation à la fête
(Preparazione alla festa);
9. Description de la fête
(Descrizione della festa);
10. Description des invités à la fête
(Descrizione degli invitati alla festa);
11. Dialogues entre les invités
(Dialoghi tra gli invitati);
12. Les pensées d'Emma au passé
(I pensieri di Emma al suo passato);
13. La fin de la fête
(La fine della festa);
14. Le souvenir et la malinconie du bal
(Il ricordo e la malinconia del ballo).

Thèmes affrontés
(Tematiche affrontate)
· Rapports entre les personnages
(Rapporti tra i personaggi);
· La différence entre les classes sociaux
(La differenza tra le classi sociali);
· Les valeurs d'Emma (I valori di Emma);
· Le Bovarysme (Il Bovarismo);
· Les valeurs de l'epoque (I valori dell'epoca);

Relations entre les personnages (Relazione tra i personaggi)
Entre Emma et Charles: Emma épouse Charles avec l'espoir de changer vie, mais les deux n'arrivent pas à instaurer un vrai rapport. Emma n'éprouve rien de profond pour lui.
TRADUZIONE:
Tra Emma e Charles: Emma sposa Charles con la speranza di cambiare vita, ma i due non riescono ad instaurare un vero e proprio rapporto. Emma non prova nulla di profondo per lui.

Entre Emma et la belle-mère: les deux feindent de s'aimer mais, en realité, elles se détestent. La belle-mère ne supporte pas les attentions que Charles donne à Emma et elle met en évidence aux yeux du fils tous les erreurs qu'elle fait.
TRADUZIONE:
Tra Emma e la suocera: le due fingono di volersi bene ma in realtà si odiano. La suocera non sopporta le attenzioni che Charles ha nei confronti di Emma ed evidenzia ogni suo minimo errore agli occhi del figlio.

Actualisation de la situation dans notre temps
(Attualizzazione della situazione nel nostro tempo)
Si cette situation se fût produite dans notre siècle il n'y aurait pas de problèmes. Par exemple, la division entre classes sociaux et l'importance de la richesse. Enfin Emma, s'étant repentie d'avoir épousé Charles, elle aurait pu se séparer sans reveiller aucun scandal.
TRADUZIONE:
Se questa situazione fosse avvenuta nel nostro secolo non ci sarebbero stati determinati problemi. Ad esempio, la divisione tra i ceti sociali e l'importanza della ricchezza. Infine Emma essendosi pentita di aver sposato Charles avrebbe potuto separarsi senza destare alcun scalpore.

Le Bovarysme
(il Bovarismo): le roman se lit d'abord comme un roman psychologique. Flaubert a su créer un type, voire des types: le terme Bovarisme désigne désormais la tendence des hommes à rêver des bonheurs illusoires, inaccessibles, cette attitude qui conduit à se croire autre, à s'identifier à des images, à des modèles idéaux, en un mot à vivre dans l'illusion. Ce type, Flaubert l'analyse: il attribue les rêveries d'Emma à son éducation, et ses malheurs au poids et aux forces d'un milieu désenchanté et hostile.
TRADUZIONE:
il Bovarismo: il romanzo si legge inizialmente come un romanzo psicologico. Flaubert ha saputo creare un tipo, vari tipi: il termine Bovarismo designa ormai la tendenza degli uomini a sognare delle felicità illusorie, inaccessibili, quest'attitudine che porta a credersi altro, a identificarsi in delle immagini, in dei modelli ideali, in una parola a vivere nell'illusione. Questo tipo, Flaubert l'analizza: attribuisce le fantasticherie di Emma alla sua educazione, e il suo malessere al peso e alle forze di un ambiente disincantato e ostile.

Manuel (5^A Liceo Scientifico L. B. Alberti - Cagliari)


ALLA PAGINA PRECEDENTE

CRONOLOGIA GENERALE *  TAB. PERIODI STORICI E TEMATICI