SCHEDE BIOGRAFICHE
PERSONAGGI
FRATELLI GONCURT

Edmond-Louis-Antoine  
(Nancy, 1822 - Champigny, 1896)
 
Jules-Alfred  
(Parigi, 1830-1870)
 
Houot de Goncourt.

Figli di un ufficiale austriaco, furono sufficientemente ricchi da permettersi una vita dedicata all'arte, ai viaggi, alla letteratura. Furono collezionisti d'arte del Settecento, di disegni giapponesi e buoni pittori dilettanti. Esordirono con saggi storici, fra cui la Histoire de la societé francaise pendant la revolution (Storia della società francese durante la rivoluzione, 1854) e Portraits intimes du XVIIIe siècle (Ritratti privati del XVIII secolo, 1857-58), nei quali i due autori cercarono di presentare il XVIII secolo con un taglio che privilegiava l'analisi della società attraverso lo studio di documenti personali inediti e altri dettagli quotidiani. Applicarono lo stesso approccio alla critica d'arte, come dimostra L'arte del XVIII secolo (1859-1875), che traccia profili delle vite private degli artisti. L'accurata riproduzione della realtà attraverso i dettagli, caratteristica dei romanzi dei Goncourt, che comprendono Renée Mauperin (1864), Germinie Lacerteux (1864) e Madame Gervaisais (1869), favorì la nascita del naturalismo, influenzando romanzieri come émile Zola.

Il 2 dicembre del 1851, il giorno stesso in cui fu messo in vendita il loro primo romanzo, iniziarono a scrivere le Memoires (1851-95), che costituiscono un minuzioso resoconto della vita letteraria e politica parigina del secondo Ottocento.

I romanzi dei Goncourt rispondono ad un preciso intento documentario: sono la più scrupolosa messa in opera dei criteri del naturalismo. In ogni loro opera, i Goncourt ritrassero vicende esclusivamente reali, quasi sempre direttamente sperimentate: Charles Demailly (che apparve nella prima edizione, 1860, con il titolo Les hommes de lettres, I letterati) è un quadro dell'ambiente letterario francese così come l'avevano conosciuto gli autori; Renée Mauperin (1864) è un ritratto della famiglia Goncourt; Manette Salomon è la descrizione dei circoli artistici di Parigi. Di tutti i romanzi si trova la chiave (la fonte biografica) nelle Memoires, insieme alla descrizione dei momenti in cui furono composti, e ai problemi di stile, verità e verosimiglianza.

La collaborazione tra i due fratelli era felice: nel Journal, essi non cessano di parlare al plurale, descrivendo stati d'animo, progetti, idee, come se fossero in modo identico e simultaneamente formulati e provati da entrambi. Per questo motivo, dopo la morte di Jules, Edmond attraversò un momento di inattività. Nove anni dopo, nel 1879, pubblicò Les Frères Zemganno (I fratelli Zemganno), la storia di due acrobati, che rievoca la collaborazione con Jules.

Nel 1896, poco prima di morire, Edmond fondò la Société littéraire de Goncourt"(oggi Académie Goncourt), alla quale lasciò tutto il patrimonio perché assegnasse annualmente un premio di cinquemila franchi ad un letterato francese (le Prix Goncourt, tuttora il più prestigioso di Francia).

LE OPERE

Tra gli scritti di storia e di arte:
En 18... del 1851 Histoire de la société francaise pendant la Révolution (Storia della società francese durante la Rivoluzione, 1854) Portraits intimes du XVIII siècle (Ritratti intimi del secolo XVIII, 1857–58) Histoire de Marie Antoinette (Storia di Maria Antonietta, 1858) L'art du XVIII siècle (L'arte del XVIII secolo, 1859–1875)

Tra i romanzi: