SCHED
PERSONAGGI 

RICCARDO LOMBARDI 

RICCARDO LOMBARDI uomo politico italiano era nato a Regalbuto (Enna) il 16 agosto 1901.
E' morto a Roma il 18 settembre 1984  all'età di 83 anni.


Un socialista sempre a sinistra 
perché è stato sempre un socialista inquieto.

Lombardi è una delle figure più note della Resistenza  e del socialismo italiano; infatti aveva fatto parte della delegazione del CLN (Comitato di Liberazione Nazionale). Che intavolò trattative dirette con Benito Mussolini, nel palazzo arcivescovile di Milano, per la resa dell'esercito della Repubblica Sociale Italiana.

Già nel 1942 fu tra i fondatori del Partito d'Azione e del giornale clandestino Italia Libera.


Dopo il 25 luglio 1943  e la caduta del governo Mussolini, firmò il patto costitutivo del CLN, rappresentando il suo partito nel CLNAI (Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia).

Quando Milano venne liberata, fu nominato prefetto e nel primo gabinetto De Gasperi fu ministro dei trasporti.

Aveva ricoperto la carica di segretario del partito d'azione finché questo si sciolse e una parte di esso, capeggiata da Lombardi, confluì nel PSI.  Fu in questo periodo che assunse la direzione dell' Avanti.

Deputato alla Costituente, fu sempre rieletto fino al 1983.

Riccardo Lombardi - come abbiamo detto in apertura di pagina - è stato un socialista inquieto. Da Giustizia e Libertà al partito d'azione, poi al partito socialista; capo della corrente centrista nel 1948 e oppositore dell'alleanza frontista col partito comunista, poi ideologo della corrente autonomista e promotore del primo governo di centrosinistra, poi insoddisfatto del centrosinistra e quindi capo della corrente di sinistra: una vita sempre tormentata tra la fede nei principi di una democrazia liberale e la volontà di un rinnovamento del paese attraverso riforme di struttura capace di incidere nei settori fondamentali dell'economia.

L'unica riforma di struttura che riuscì a ottenere fu la nazionalizzazione dell'energia elettrica; ma come? non - come egli voleva- distribuendo obbligazioni agli azionisti delle società espropriate, bensì - come gli altri vollero - corrispondendo indenizzi direttamente alle società. E così la Edison (elettricità) si fonderà con la Montecatini e nascerà la Montedison.

Poi la Montedison vorrà creare con l'ENI un polo chimico italiano.  Fu l'inizio di tanti guai.

(il paradosso è che con quei soldi d'indenizzo, le società hanno fatto altri soldi, e ora nell'anno 2000 se la ricomprano l'elettricità - ed è già la terza volta)

Francomputer

Bibliografia
Sergio Lepri - 50 Anni attraverso le notizie e i documenti dell'Ansa
Storia d'Italia, Dall'Unità a oggi, Einaudi
Storia d'Italia, cronologia 1815-1990, De Agostini
Quotidiani: CorSera, Repubblica, La Stampa.
Settimanali: Espresso.


  ALLA PAGINA PRECEDENTE

CRONOLOGIA GENERALE  *  TAB. PERIODI STORICI E TEMATICI

 Invitiamo i lettori (STUDENTI, PROFESSORI, SCRITTORI, GIORNALISTI E APPASSIONATI DI LETTERE E ARTI) 
ad arricchire questa galleria di personaggi o ampliare con altre notizie quelli che ci sono già.

Francomputer E-mail: cronologia@cronologia.it