SCHEDE BIOGRAFICHE
PERSONAGGI
ALDO PALAZZESCHI

 

Aldo Palazzeschi è lo pseudonimo di ALDO GIURLANI, nato a Firenze nel 1885, morto a Roma nel 1974. Poeta, narratore italiano.

Compiuti gli studi di ragioneria, 17-18enne frequentò a Firenze la scuola di recitazione, calcando alcune scene prima con Rasi che dirigeva la scuola, poi dentro la compagnia di Borelli; ma con l'inclinazione alla poesia, abbandono ben presto  le scene per dedicarsi alla letteratura, pubblicando nel 1905, a sue spese una prima raccolta dei suoi lavori poetici:  Cavalli bianchi, seguito nel 1907, da un'altra raccolta,Lanterna, e nel 1909, Poemi.

Nulla di particolare il suo stile, e niente di trascendentale, ma piuttosto naif, ricorrendo spesso il suo simbolismo alle espressioni infantili.

E' comunque questa l'epoca dei Futuristi, e con questi Palazzeschi inizia a frequentarli;  quelli di Milano che convergono su Marinetti, e quelli di Firenze che sono divisi in due correnti pro e contro il gruppo milanese; fra i contro anche Palazzeschi, pur avendo qualcosa in comune con quelli di Marinetti, quando scrive in perfetta sintonia di linguaggio futurista, L'incendiario. Un poema grottesco in versi (del 1910), cui fa seguire  Il controdolore, un vero e proprio manifesto futurista che esce nel 1914.

Ma è del 1911 un suo romanzo allegorico, farsesco, con un umorismo amaro e malinconico, Il codice di Perilà; un opera nemmeno apprezzata, incompresa dagli stessi futuristi; è una questa costruzione narrativa assurda; il protagonista un uomo di fumo, che però tenta di redimere l'umanità, scimmiottando la vita di Cristo.
A parte queste incomprensioni di carattere letterario, la rottura con Marinetti avviene nel 1914, quando il milanese, inizia a schierarsi con gli interventisti, sciorinando versi da vero adoratore della guerra, estetizzandola ( "La guerra è l'igiene del mondo!" una forza in grado di spazzare  "diplomatici, professori, filosofi, archeologi, (...) greco, latino, storia, senilismo, musei, biblioteche)
Palazzeschi si stacca prima dal nazionalismo (irredentistico) intellettuale fatto di proclami propagandistici, poi risponderà in seguito con l'antinterventista Due imperi...mancati, dove mette tanta ironia sulla "vittoria mutilata" ma la mescola con l'umanesimo cristiano. 

In seguito -con l'altrettanto demagogica propaganda rivolta alla massa (con Marinetti che si trasformò in un intellettuale di regime, tanto che venne nominato nel 1929 accademico d’Italia) non aderirà neppure al fascismo mussoliniano.

 Nel 1926 dà alle stampe un altro romanzo grottesco, La Piramide, che con il Il codice di Perilà, e il successivo Allegoria di novembre, uscito subito dopo il drammatico 8 settembre, costituisce la Trilogia dei Romanzi straordinari.

(continuazione e aggiornamento in corso)



Francomputer


ALLA PAGINA PRECEDENTE

CRONOLOGIA GENERALE  *  TAB. PERIODI STORICI E TEMATICI

 Invitiamo i lettori (STUDENTI, PROFESSORI, SCRITTORI, GIORNALISTI E APPASSIONATI DI LETTERE E ARTI)
ad arricchire questa galleria di personaggi o ampliare con altre notizie quelli che ci sono già.