la trascrizione al computer

 

le parti in bianco sono semplici
le parti in rosso più tecniche



2,8 Miliardi anni fa circa

ALBUMINE, PROTEINE E INFINE AMMINOACIDI SERVONO COME ABBIAMO VISTO NELLE PAGINE PRECEDENTI ALLA GRANDE COSTRUZIONE DI UN ORGANISNO BIOLOGICO: MA LA DELICATA E COMPLESSA  STRUTTURA DEVE ESSERE COSTITUITA CON DEI TRASFERIMENTI PRECISI DEGLI AMMINOACIDI AL RIBOSOMA AFFINCHE' OGNI SUA PICCOLA PARTE VENGA A TROVARSI IN UNA POSIZIONE CORRETTA. ED E' PROPRIO IL RIBOSOMA AD AVERE QUESTO DELICATO INCARICO, CIOE' A PROVVEDERE A UNA OCULATA  SINTESI PROTEICA. 

Il termine trascrizione in genetica indica il processo attraverso il quale si produce un mRNA sullo stampo di una catena di DNA. Avviene, analogamente alla duplicazione, previa separazione dell’acido desossiribonucleico nelle due eliche costituenti e si realizza esclusivamente in direzione 5’ ® 3’. 

L’mRNA prodotto, complementare alla sequenza di DNA che è stata utilizzata come modello, viene sottoposto a splicing prima di essere portato fuori dal nucleo. 
Nel citoplasma, a livello dei ribosomi, avviene la sintesi delle proteine, ovvero l’unione degli aminoacidi secondo le informazioni dettate dall’mRNA.

Tale processo viene denominato TRADUZIONE. Nelle cellule eucariotiche uno stesso filamento di mRNA viene letto contemporaneamente da diversi ribosomi con notevole incremento della velocità di produzione delle catene polipeptidiche. 


QUANDO QUESTO NON AVVIENE E DOPO SEGUE LA TRASCRIZIONE, ANCH'ESSA OVVIAMENTE ERRATA, ECCOCI ALLE MUTAZIONI GENETICHE. LE CAUSE DI QUESTI ERRORI SONO TANTE. (radiazioni, calore; virus ecc)


BASTA CHE UN ELETTRONE VENGA DISTURBATO, FATTO "SALTARE" IN QUELL'ATOMO DI AZOTO CHE ABBIAMO VISTO NELLA ADENINA, CHE TUTTA L'INTERA MOLECOLA PUO'  MODIFICARSI, ALTERARSI, ESSERE PERFINO NOCIVA


ANCHE QUI ORA SEMPLIFICHIAMO METAFORICAMENTE PER MEGLIO CAPIRE IL MECCANISMO SENZA DOVER RICORRERE A TERMINI TROPPO TECNICI, CHIEDENDO SCUSA AI BIOLOGI DI PROFESSIONE


UN DNA VIAGGIA SU UNA STRADA E UN ALTRO SU UN'ALTRA, A UN BIVIO SI INCONTRANO, "SIMPATIZZANO", SCAMBIANO QUALCHE "BACETTO", (SOLO QUALCHE MOLECOLA), E NASCE LA "simpatia" E SE VA TUTTO PER IL MEGLIO ANCHE "l'amore", E LA CONTINUITA' DELLA SPECIE


SE SONO AFFINI DECIDONO PER UN "MATRIMONIO", LO CELEBRANO, SI AVVOLGONO, SI ACCOPPIANO, DA LORO NASCE UN' ALTRA CATENA DI DNA E COSI' FARANNO I LORO "FIGLI" , COSI' I LORO "NIPOTI"


TANTE CATENE VANNO A FORMARE "INDIVIDUI" PARTICOLARI, CHE PER VIVERE ASSORBONO CIO' CHE HANNO ATTORNO, MA ALLE VOLTE AFFAMATI E NON TROVANDO IL NECESSARIO CIBO,  SI FAGOCITANO, SI DIVORANO, SONO DEI VERI CANNIBALI. E' UNA LOTTA PER L'ESISTENZA.


 QUESTI "INDIVIDUI" QUASI CELLULE"  SONO UNITA' BIOCHIMICHE COSTITUITE SOLO DA UN TIPO DI ACIDO NUCLEICO  POICHE' SOLTANTO UNO SOLO DI QUESTI E' NECESSARIO ALLA LORO PERENNE E INFINITA RIPRODUZIONE CHE POTREMMO DEFINIRE "asessuata". 
SONO UNITA' BIOCHIMICHE SEMPLICI FATTE DA MOLECOLE SEMPLICI. MA ANCHE QUI L'EVOLUZIONE CORRE, TRASFORMA, COMBINA UNIONI BIZZARRE CHE DURANO UN ATTIMO, ALTRE INVECE SONO EQUILIBRATE, RESISTONO E DANNO ORIGINE AD ALTRE COMBINAZIONI ANCORA PIU' COMPLESSE.


UNA DI QUESTE COMBINAZIONI SARA' IMPORTANTE PER LA VITA FUTURA DI UNA PROSSIMA CELLULA CHE INIZIA GIA' AD ESSERE  "ORGANIZZATA" DIREMMO CHE LA SUA VITA INIZIA AD ESSERE UNA "COOPERAZIONE" FRA MOLECOLE. 
INFATTI  UNA PARTICOLARE MOLECOLA (COME I FOSFOLIPIDI)  UNA PARTE DI ESSA AMA L'ACQUA, L'ALTRA PARTE LA RESPINGE. ED ECCO AVVENIRE  LA PRIMA ORGANIZZAZIONE IN SINERGIA PER ORGANIZZARE UNA DIFESA PER I "NEMICI" ESTERNI.  E' UN PATTO AD ENTRAMBI UTILE.


INFATTI UNENDOSI IN UN CERTO MODO FORMANO UNA DIFESA; LA PARTE CHE ODIA L'ACQUA (IDROFOBA) E' RIVOLTA ALL'ESTERNO, MENTRE QUELLA CHE L'AMA (IDROFILA) E' RIVOLTA ALL'INTERNO; FORMANO COSI' UNA SPECIE DI BARRIERA; ALL'INIZIO E SOLO UN MURO, COL TEMPO DIVENTERA' UN SEMICERCHIO ANCORA PIU' PROTETTIVO.


QUANDO QUESTO PIU' AVANTI SARA' UN CERCHIO CHIUSO, CON UN VERO E PROPRIO "MURO" CIRCOLARE PROTETTIVO CHE DARA' TRANQUILLITA' ALL'INTERNO, SI AVRA' LA NASCITA DELLA VERA E PROPRIA PRIMA CELLULA AUTONOMA. ORA NON E' ANCORA IL MOMENTO PERCHE' HANNO BISOGNO PER VIVERE CIO' CHE PASSA DAVANTI, NON SONO ANCORA ORGANIZZATE PER PRODURSI CIBO ALL'INTERNO


2,5 - 2,3  Miliardi anni fa circa

ERA ARCAICA
Archeozoica - Primigenia - Proterozoica - Precambriano
durata: 3,9 miliardi di anni - da 4500 a 600 milioni di anni fa
L’era arcaica può essere considerata la preistoria della Terra. I blocchi continentali di origine più antica emersero dall’immenso oceano che ricopriva il Globo a guisa d’involucro.

Fu caratterizzata da notevole attività vulcanica e da intensissimi fenomeni orogenetici, con catene montuose a rocce verdi, che alla fine dell’era sfociarono nel corrugamento montuoso Huroniano. Il clima fu alquanto uniforme e, forse, caldo umido per il vapor acqueo proveniente dall’attività vulcanica. Comparvero in mare le prime forme di vita.
L’atmosfera rimase priva d’ossigeno fino a circa 2.500 milioni d’anni fa, e tale dovette mantenersi per tutto l’Archeano.

Periodo archeano 
2 miliardi di anni
I reperti fossili di questo periodo sono quasi nulli a causa delle metamorfosi subite dalle rocce, che hanno praticamente cancellato qualsiasi residuo organico.

Tuttavia, tracce di vita sono sicuramente presenti in formazioni che risalgono a oltre 3 miliardi di anni fa. Si tratta dei cosiddetti Stomatoliti - strutture sedimentarie di origine organica - che racchiudono strati di batteri filamentosi, ritenuti fotosintetici e anaerobi obbligati, imparentati con gli attuali Cianobatteri.




PER ORA VIVONO SOLO LE PRIME CELLULE SENZA PARETI DI DIFESA, SONO LE PROCARIOTE, CON QUESTE SI FORMERANNO I PRIMI VIRUS. DEVONO VIVERE A SPESE DI ALTRI, PERCHE' NON ANCORA ORGANIZZATE ANDREBBERO INCONTRO A SICURA FINE. MORIREBBERO D'INEDIA SALVO MANGIARSI TRA DI LORO


ALCUNI VIRUS SONO IMMOBILI, MANGIANO SOLO QUELLO CHE GLI PASSA DAVANTI (NON C'E' ANCORA UN RECINTO DEL TUTTO CHIUSO), OPPURE SE QUESTO NON AVVIENE E LA FAME E' TANTA, SI FAGOCITANO FRA LORO: UN SISTEMA QUESTO CHE NON SEMPRE ASSICURA TUTTI I GIORNI UN BUON PASTO, TUTT'ALTRO,  MUOIONO DI FAME INTERE COLONIE, MA LA ABBONDANTE RIPRODUZIONE COMPENSA QUESTE STRAGI

AVENDO UN NUCLEO MOLTO SEMPLICE -UNICELLULARE- , NON DEVONO PER MOLTIPLICARSI DIVIDERSI PER POI UNIRSI (MITOSI-MEIOSI), MA SI MOLTIPLICANO PER SCISSIONE IN UN MODO MOLTO SEMPLICE, E SI PROPAGANO, TUTTI EGUALI COME LA PRIMA CELLULA. ANDANDO AVANTI COSI' NON AVVERREBBE NESSUNA EVOLUZIONE.

ALCUNI INIZIANO A MUOVERSI, PRIMA DIMENANDOSI, POI, ALTRI ANCORA PIU' FORTUNATI, (CHE SOPRAVVIVRANNO) CRESCONO DEI CODINI CHE SONO COME DEI REMI NATATORI: SONO I FLAGELLATI, I CIGLIATI ECC


ALTRI ANCORA, APATICI O PERCHE' NON HANNO MEZZI LOCOMOTORI, SI SCELGONO ALTRI ORGANISMI, VI SI ATTACCANO E CI PASSANO L'INTERA LORO ESISTENZA. MA ANCHE QUI ALCUNI  DIVENTANO DEGLI OPEROSI OSPITI, MENTRE ALTRI SONO DEI CATTIVI SOGGETTI, SPESSO DANNOSI AGLI OSPITANTI


COME NELL'ORGANIZZAZIONE ANIMALE E IN QUELLA UMANA, ALCUNI (buoni) SONO OPEROSI, ATTIVI, EFFICIENTI, RACCOLGONO PERFINO AVANZI E DI QUESTI SI NUTRONO, MENTRE ALTRI (i cattivi) SONO APATICI, VIVONO DI ESPEDIENTI, RUBANO AD ALTRI; SONO QUELLI CHE CHIAMIAMO BATTERI PARASSITI

2,0 Miliardi anni fa circa

ALCUNE CELLULE PIU' EVOLUTE, PER DIFENDERSI DAL CANNIBALISMO, ORGANIZZANO DELLE DIFESE. AGISCONO EDIFICANDO DEI MURI, COME I CASTELLI MEDIOEVALI, PER DIFENDERSI DAI PROPRI SIMILI CHE CERCANO PER SFAMARSI RAPINANDO CIBO, SOSTANZE VITALI NECESSARIE PER VIVERE E CHE NON RIESCONO A PROCURARSI.


QUESTE CELLULE "INTELLIGENTI" SI ORGANIZZANO, PRENDONO ALCUNI "MATTONI" ATOMICI LI CONGIUNGONO FANNO ALCUNE  MOLECOLE, E COSTRUISCONO COSI' "MURI", CHE HANNO CIRCA 20 ATOMI DI SPESSORE. MA LASCIANO ALCUNI VARCHI DI USCITA PER PROCURARSI IL NECESSARIO CIBO O PER CERCARE QUANDO OCCORRE ALTRI AMICI IDEALI PER LA RIPRODUZIONE. 
SPESSO SOLO CHI E' ALL'INTERNO SA DOVE SONO QUESTE USCITE, O HA LA "CHIAVE" PER APRIRE. (ASSOMIGLIANO AI PONTI LEVATOI DEI CASTELLI, O A QUELLE FERITOIE CHE DALL'ESTERNO NON SI VEDONO) 


IL CERCHIO DIFENSIVO ORA COMPLETO, PROTEGGE ALL' INTERNO LE MOLECOLE DEL DNA DAI PERICOLI DI ROTTURA DELLA SUA STRUTTURA "sociale" E PUÓ CONTARE CON UNA CERTA SICUREZZA SU QUELLE SOSTANZE CHE GLI SONO UTILI, CHE SONO ORA ACCUMULATE NEI PROPRI MAGAZZINI

ALL' INTERNO DELLA "cittadella", VENGONO UTILIZZATI ALCUNI "SCHIAVI" BATTERI, CHE MANGIANO DI TUTTO E QUINDI SONO ESTREMAMENTE UTILI PER LE PULIZIE, ANCHE PERCHE' SOLITAMENTE QUESTI SI ACCONTENTANO DI "AVANZI-RIFIUTI". TRASFORMANO SOSTANZA ORGANICHE IN INORGANICHE E VICEVERSA. 

ESSI SONO UBICATI AI MARGINI, LA LORO FUNZIONE E' QUELLA DI: MANGIARE RESIDUI, DI MANTENERE PULITA LA CELLULA O FABBRICARE ENERGIA; SONO I "MITOCONDRI", I FACCHINI, I LAVORATORI, LA " classe operaia" DEL "sistema" CREATO DALLA CELLULA NEL SUO INTERNO DALLA "classe nobile-borghese".


ALCUNI DI QUESTI SOGGETTI SONO PARTICOLARI, e SONO LE FORZE ARMATE PER LA DIFESA, i MACROFAGI, CUI I LINFONODI "ingegneri" PER LORO COSTRUISCONO (!) ARMI PER L'ATTACCO O PER LA DIFESA; VANNO A FORMARE COSI' IL SISTEMA DIFENSIVO IMMUNITARIO. I SOLDATI CHE VIGILANO "il male" ESTERNO, MA ANCHE QUELLO INTERNO.

ALL' INTERNO SI FORMANO "BOTTEGHE" SPECIALIZZATE PER VARI SCOPI DI: PRODUZIONE, DI LAVORAZIONE, DI ALLEVAMENTO, COMANDO, UFFICI, OPERA PERFINO UN "NUCLEO" TRASMISSIONI, UN "CENTRO" INFORMAZIONI. iNOLTRE CI SONO  TANTI ARTISTI, TANTI ARTIGIANI, TANTI ADDETTI AD ALTRI MESTIERI.

COME NEL MEDIOEVO ALL' INTERNO DELLE "MURA", OGNUNO SI SPECIALIZZA PER LA VITA INTERNA DELLA COLLETTIVITA'  DOVE INIZIA AD ESSERCI  UN CAPO, UN SAPIENTE, UN SAGGIO. (E' NATA LA CELLULA EUCARIOTICA autonoma)

DESCRIVIAMOLA PIU' SCIENTIFICAMENTE


La cellula, l'unità organizzata vivente più piccola e perfetta esistente in natura,
può essere suddivisa in tre parti fondamentali : Membrana plasmatica, Citoplasma, Nucleo.

MEMBRANA PLASMATICA

La cellula è circondata da una membrana formata da due strati proteici separati da uno lipidico. Tale membrana assume un' importanza fondamentale per la vita della cellula in quanto oltre a separare la cellula dall'ambiente circostante provvede a regolare il flusso verso l'esterno delle sostanze prodotte dalla cellula e il flusso verso l'interno delle sostanze nutritive mediante una permeabilità selettiva operata sia dai micropori della membrana che dai recettori di membrana che hanno il compito di individuare ed agganciare chimicamente le sostanze in transito.

CITOPLASMA

E' formato da una matrice citoplasmatica contenente organuli e sostanze varie incluse. Gli organuli sono circondati da membrane lipo-proteiche dello stesso tipo della membrana citoplasmatica e svolgono funzioni vitali per la cellula. Le sostanze incluse sono rappresentate da glicogeno e lipidi che costituiscono fonte energetica di riserva.

Gli organuli cellulari sono:

VACUOLI : sono cavità del citoplasma dove vengono immagazzinate per endocitosi particelle alimentari di riserva, in special modo lipidi. Sono particolarmente evidenti nelle cellule vegetali giovani.

LISOSOMI : sono organuli la cui membrana contiene numerosi enzimi capaci di demolire proteine, carboidrati e sostanze non utilizzabili dal metabolismo cellulare. Sono importanti in special modo nella distruzione di cellule danneggiate.

APPARATO DEL GOLGI : è una struttura lamellare formata da dischetti appiattiti sovrapposti. Una sua funzione certa è quella di immagazzinare e modificare proteine.

RIBOSOMI : presenti nel reticolo endoplasmatico ruvido,  presiedono all'importante funzione della sintesi delle proteine. Possono essere liberi o raggruppati sulle membrane del reticolo. In questo caso prendono il nome di Polisomi.

MITOCONDRI : sono le centrali energetiche della cellula ove avviene la respirazione ossidativa. Hanno una struttura tipica con una membrana esterna a decorso regolare ed una interna che forma le "creste mitocondriali". Nell' interno troviamo DNA e RNA mitocondriali svolgenti funzioni separate da quelle tipiche del nucleo.

CLOROPLASTI : sono presenti unicamente nelle cellule vegetali e contengono una proteina verde, la Clorofilla, grazie alla quale è possibile la fotosintesi, che consiste nel captare l'energia luminosa e trasformarla in energia chimica per poter sintetizzare composti organici ad alto peso molecolare come il Glucosio e prodotti catabolici quali l'anidride carbonica e l'acqua.

CROMOPLASTI : sono presenti unicamente nelle cellule vegetali  e determinano il colore delle parti vegetali (ad es. i petali) mediante la presenza nel loro interno di determinate proteine quali il carotene, gli antociani, le xantofille ecc..

LEUCOPLASTI : sono presenti unicamente nelle cellule vegetali  e conservano nel loro interno il glucosio di riserva della pianta sotto forma di amido. I leucoplasti sono di colore bianco e sono localizzati nelle foglie, nel tronco e specialmente nelle radici.

NUCLEO
E' una struttura interna della cellula, delimitata da una membrana che racchiude la cromatina. Nel nucleo è contenuto il DNA ovvero l'acido desossiribonucleico. Il DNA, durante la divisione cellulare, si condensa a formare delle strutture a bastoncino : i cromosomi che contengono sequenze di strutture chimiche che codificano i caratteri ereditari. Tali sequenze sono denominate geni. All' interno del nucleo, inoltre si nota un corpicciolo rotondo, il nucleolo, che svolge un ruolo fondamentale nel processo di divisione cellulare.

All'interno del citoplasma troviamo una sostanza molto simile al DNA, l’ RNA o acido ribonucleico che svolge funzioni di trasporto del messaggio genetico contenuto nel DNA e di trasporto degli aminoacidi durante la sintesi proteica.


1,9 Miliardi anni fa circa

Periodo proterozoico o Algonkiano 

Il nome deriva da Algonkin, territorio nella provincia canadese dell’Ontario, abitata nel XVII secolo dalla tribù degli Algonkini.

I terreni risalenti a questo periodo contengono resti fossili di alghe - per lo più Cianoficee - e di animali riferibili a protozoi, spugne, anellidi, molluschi ed echinodermi.

In questo periodo si verifica una tappa fondamentale nel progresso della vita: l'affermazione degli Eucarioti unicellulari - simili agli odierni Protisti - la cui cellula possiede le caratteristiche essenziali distintive dell’attuale cellula che compone le piante e gli animali pluricellulari: è presente un nucleo ben definito, esistono i cloroplasti per la fotosintesi e i mitocondri per la respirazione aerobia.

Oggi è largamente accettato che la cellula eucariotica si sia evoluta attraverso la simbiosi di organismi procarioti diversi. Si ritiene inoltre che i Protisti vegetali abbiano preceduto quelli animali, cioè i Protozoi, sprovvisti di pigmenti fotosintetici. I fossili unicellulari sono denominati Acritarchi [1] , molti dei quali sono considerati resti di alghe unicellulari planctoniche, simili agli attuali Dinoflagellati.
Gli scarsi dati raccolti mostrano, comunque, che circa 800 milioni d’anni fa erano presenti forme simili agli attuali Protozoi, i quali, alla fine di questo periodo - circa 600 milioni d’anni fa - portarono a un’esplosione della vita animale pluricellulare.

--------------------------------------------------------------------------------


ALCUNE DI QUESTE CELLULE ("borghi") CREERANNO VERI E PROPRI "PAESINI", CIOE' UN INTERO ORGANISMO SOCIALE,  ALTRE INVECE SI ORGANIZZERANNO SEMPRE A SPESE DEGLI STESSI  "PAESINI" E RIMARRANNO SEMPRE VIRTUALMENTE BATTERI (sono diremmo le "cellule asociali"). E' UNO STRANO MONDO: ALCUNI DI ESSI CAUSANO CON LE FERMENTAZIONI GRAVI DANNI E GRAVI MALATTIE CHE COMPROMETTONO L'INTERA VITA DELLA CELLULA; MENTRE ALTRI DALLE STESSE FERMENTAZIONI PRODUCONO FARMACI (ANTIBIOTICI) CHE INVECE PROCURANO ALLA CELLULA VITA SANA E DURATURA. 


IN UN ANGOLO NUTRITO E DIFESO DA TUTTI GLI ABITANTI COME UN' APE REGINA TROVIAMO "lui" IL PRINCIPE, IL DNA. PRENDE IL MEGLIO DAGLI ALIMENTI OFFERTI; GLI AMINOACIDI, LE RICCHE PROTEINE, QUELLO CHE GLI OCCORRE PER COSTRUIRE. IL DNA PENSA SOLO A QUESTO. A REALIZZARE LE SUE COSTRUZIONI CON I VARI TIPI DI MATTONI CHE GLI PORTANO A DOMICILIO.
IL DNA E' INSOMMA L'ARCHITETTO, L'INGEGNERE, IL GEOMETRA.

1,4 Miliardi anni fa circa

ALCUNE DI QUESTE CELLULE FANNO PARETI COSI' SPESSE CHE DIVENTANO VERE E PROPRIE CORAZZE, SONO I BRANCHIOPODI, IL primo MONDO ZOOLOGICO O ETEROTROFO. UNA VITA SEMPLICE MA SICURA DA ATTACCHI ESTERNI.

1,3 Miliardi anni fa circa

INIZIA ORA LA VERA CELLULA SPECIALIZZATA; (come gli uomini) LA MAGGIORANZA DI ESSE NON DEVONO PIU' PRODURRE CIBO, CASE, MEDICINE, ENERGIA, DIFESA; CI SONO GLI ADDETTI A QUESTI COMPITI DI LOGISTICA, DI PRODUZIONE E DI SERVIZI. E INSOMMA UNA PERFETTA "SOCIETA'"  ORGANIZZATA AUTONOMAMENTE.

1,2 Miliardi anni fa circa

FRA GLI ADDETTI CI SONO ARTISTI, i geni; INGEGNOSI; INFATTI  LORO EDIFICANO, MODIFICANO, INVENTANO SEMPRE NUOVE ATTIVITA' E NUOVE TECNOLOGIE, E' IL "TERZIARIO AVANZATO"! QUALCUNO "CREA" MACCHINE COMPLESSE; ORGANI, OSSA, ASTRATTE STRUTTURE, CHE MOLTI NEMMENO APPREZZANO, NE' SANNO A COSA POTRANNO MAI  SERVIRE. ecc. ecc.


PARALLELAMENTE AL ZOOLOGICO, NASCONO ANCHE ALTRI ORGANISMI, ANCORA A STRUTTURA PROCARIOTICA NEL MONDO VEGETALE: SONO LE TALLOFITE, SONO SEMPLICI MOLECOLE DI CELLULOSA (C 6 -H 10 O5) AUTOSUFFICIENTI ANCH'ESSE. E AL PARI DI QUELLE ZOOLOGICHE SI SONO ORGANIZZATE E SPECIALIZZATE ANCH'ESSE.

1 Miliardo di anni fa circa

UNA STRAORDINARIA UNITARIETA' E' CHE LE CELLULE DI OGNI FORMA VIVENTE, QUINDI VEGETALE, ANIMALE, COMPRESA QUELLA UMANA, SONO COSTITUITE PRATICAMENTE DA UN SOLO E UNICO MODELLO MOLECOLARE

999 Milioni anni fa circa

PARTITA FORSE DA UNA SOLA FAMIGLIA DI MOLECOLE, SE NON ADDIRITTURA DA UNA SOLA, C'E' UNA SORPRENDENTE PARENTELA TRA TUTTE LE CELLULE CHE ESISTONO NELLA NATURA BIOLOGICA


FINO AL 1959 ALLA VISIONE DEL MICROSCOPIO OGNI CELLULA SIA ANIMALE CHE VEGETALE APPARIVA IDENTICA NELLA STRUTTURA E PERSINO NEL NUMERO DEI LORO CROMOSOMI. DEI GENI SI SAPEVA ANCORA BEN POCO.

997 Milioni anni fa circa

IL MONDO ZOOLOGICO RACCOGLIE NUTRIMENTO DA CIO' CHE LO CIRCONDA NELLE ACQUE E SFRUTTA LA FOTOLISI, MENTRE NEL MONDO VEGETALE SI E' SPECIALIZZATO INVECE NELLA FOTOSINTESI..


IN QUESTO MONDO ACQUATICO ALCUNI ESSERI VIVENTI NON HANNO ANCORA SVILUPPATO L'ASSORBIMENTO DELL'OSSIGENO CHE SI TROVA ALL'ESTERNO, MA LO PRENDONO A SPESE DELL'ACQUA CHE NE E' RICCO


MA PROGRESSIVAMENTE QUESTE NUMEROSE MASSE DI ESSERI VIVENTI FANNO DIMINUIRE DI OSSIGENO LE STESSE ACQUE, INOLTRE  CON LE LORO SCORIE LE INQUINANO DI ANIDRIDE CARBONICA; E' UN EQUILIBRIO PRECARIO, POI A RISCHIO ESTREMO, POI LETALE  CHE PORTA QUASI A UNA ESTINZIONE TOTALE


COME QUEI BATTERI PARASSITI CHE ABBIAMO GIA' CONOSCIUTO, I VEGETALI SI NUTRONO DI COMPOSTI ORGANICI CARBONICI DELLE ACQUE, POI ASSORBONO FUORI DALL'ACQUA LA LUCE , SCINDONO I COMPOSTI POI ESPELLONO OSSIGENO (MA NON SEMPRE QUESTO AVVIENE DURANTE L'INTERA  GIORNATA) 


ALCUNE FORME ZOOLOGICHE (E QUESTE SOPRAVVIVRANNO) HANNO VARIE MUTAZIONI GENETICHE; ALCUNE INIZIANO A FARE UN FAVORE ALLE PIANTE, FORNISCONO A QUESTE ANIDRIDE CARBONICA CHE LE STESSE RESTITUISCONO POI CON OSSIGENO


GRAZIE A QUESTE DUE FORME DI VITA A MUTUA ALIMENTAZIONE, FATTA DI SCAMBI FRA I DUE REGNI, LA COMPOSIZIONE DELL' ATMOSFERA E DELLE ACQUE DIVIENE RECIPROCAMENTE VITALE SIA AGLI UNI SIA AGLI ALTRI


MA AVVIENE SOLO DI GIORNO, CON IL SOLE, PERCHE' LE PIANTE DI NOTTE ANCHE LORO CONSUMANO (COME GLI ANIMALI E L'UOMO) OSSIGENO ED EMETTONO ANIDRIDE CARBONICA (dunque non dormite mai con le piante in una camera da letto!)

960 Milioni anni fa circa

COME NELLA LORO INIZIALE VITA NEL DNA, TUTTE QUESTE CELLULE ORA SPECIALIZZATE VOGLIONO RIPRODURSI, ED INIZIANO LO STESSO PROCESSO DEI LORO ANTICHISSIMI PROGENITORI IL DNA e L' RNA

959 Milioni anni fa circa

MA PER "sposarsi" DEVONO PRIMA CONOSCERSI, SAPERE COSA OGNUNO RECIPROCAMENTE HA COME BAGAGLIO "culturale" E SOPRATTUTTO SE OGNUNO HA UNA COMPATIBILITÁ CON IL PROPRIO CEPPO (i geni)

958 Milioni anni fa circa

ED ECCO IL "SENSALE DI MATRIMONIO", LA proteina G CHIAMATA ANCHE LA "telefonista" SCOPERTA DA GILMAN (Nobel 94). FUNZIONA COME IL CAPO DI UN'AGENZIA MATRIMONIALE CON UNA SUA CURIOSA BANCA DATI DEI VARI PRETENDENTI. IL SUO LAVORO E' DI METTERE IN COMUNICAZIONE PRETENDENTI CHE SIANO AFFINI TRA DI LORO.


QUESTO PERCHE' ?  PERCHE' DAI "muri" DELLA CELLULA CI SONO DEI RECETTORI CHE INTERAGISCONO CON I SEGNALI PROVENIENTI DA ALTRE CELLULE ESTERNE , CIOE' TRA DI LORO SI METTONO IN CONTATTO (i telefonisti ) E INVIANO O RICEVONO  INFORMAZIONI SIA DA UNA PARTE CHE DALL'ALTRA 


INVIANO E SOPRATTUTTO RICEVONO LE "referenze", PRENDONO PRECISE INFORMAZIONI, FANNO DELLE NOTE, CHE POI PASSANO ALL'INTERNO DOVE GLI ABITANTI DELLA CELLULA DANNO O NON DANNO IL CONSENSO ALL' UNIONE VALUTANDO SE VI SIANO O NO AFFINITA' E COMPATIBILITA'  "ai neosposi"


LA PRIMA VALUTAZIONE CONSIDERATA DA QUESTI "SAGGI", E' IL GENERE, LA SECONDA LA RAZZA E COSI' VIA; SONO QUESTE  LE "proteine G", SONO APPUNTO  I SAGGI INTERNI DELLA CELLULA A FARE I DETECTIVE, A RALLENTARE CON IL LORO "GIUDIZIO" IL FORTE DESIDERIO DI UNIONE FATTO IRRAZIONALMENTE DA UN LORO ABITANTE


LE AFFINITA' VENGONO VALUTATE DALLA POPOLAZIONE INTERNA DELLE CELLULE, CHE NON DISDEGNANO UNA UNIONE MISTA, ("non sono razzisti" ) PURCHE' COMPATIBILE, INTERESSANTE ALLA CONTINUITA' DELLA SPECIE, E PERFINO GRADITA SE L'UNIONE PERMETTE DI MIGLIORARE LA PROPRIA COMUNITA'.


TUTTI HANNO UN SOLO DESIDERIO, PORTARSI DIETRO TUTTO CIO' CHE HANNO IMPARATO NELLA LORO CELLULA E AGGIUNGERE SEMMAI A QUESTA LE CONOSCENZE DI UN'ALTRA CELLULA, COSI' LA CULTURA ESISTENZIALE VIENE MIGLIORATA CON UNA MAGGIORE E PIU' INTELLIGENTE COOPERAZIONE TRA IL NUOVO E IL VECCHIO

950 Milioni anni fa circa

L'ABBIAMO VISTO, ALCUNI MISERI BATTERI LA RIPRODUZIONE LA FANNO IN MODO ASESSUATA; OVVERO LA CELLULA SI DIVIDE IN DUE E OGNI META' DA' ORIGINE A UN NUOVO BATTERIO, E COSI' DI SEGUITO ALL'INFINITO. SONO DEI VERI E PROPRI CLONI DI SE STESSI. 

940 Milioni anni fa circa

E' PERO' UNA VITA DA POVERACCI, ESSENDO SEMPRE TUTTI EGUALI, I FIGLI DEI FIGLI SONO SEMPRE UGUALI, NON HANNO MAI UN BAGAGLIO CULTURALE DA TRAMANDARSI, E DI SOLITO DA UN INCAPACE NASCE SEMPRE UN INCAPACE.

930 Milioni anni fa circa

LA LORO RIPRODUZIONE E' STRAORDINARIAMENTE VELOCE, IN UN cm3 DI LATTE DI BATTERI VE NE SONO 25 MILIONI, DOPO 20 MINUTI SONO GIA' 50 MILIONI!; LA COMPETIZIONE TERRITORIALE VITALE NELLO SPAZIO A DISPOSIZIONE E' GRANDE, E QUINDI LA LOTTA DELLA SOPRAVVIVENZA E' FURIBONDA. E' CHIARO CHE IN QUESTA MOLTIPLICAZIONE A UN CERTO PUNTO C'E' UN LIMITE INVALICABILE. LO SPAZIO VITALE E' SEMPRE PIU' RISTRETTO, LA MORTALITA' AUMENTA FINO A UN PUNTO CHE A SUA VOLTA FA DIVENTARE LETALE TUTTO L'AMBIENTE. QUANDO DICIAMO CHE QUEL cm3 DI LATTE E' ANDATO A MALE, INDICHIAMO CHE TUTTI I BATTERI SONO DIVENTATI CADAVERI IN DECOMPOSIZIONE

920 Milioni anni fa circa

INVECE NEL MONDO DEGLI ORGANISMI AUTOSUFFICIENTI (le cellule eucariotiche) L'UNIONE E' SESSUATA, OGNUNO METTE META' DI UNA SUA CELLULA CON TUTTA LA SUA CULTURA ACQUISITA, E MOLTE VOLTE QUELLA DI UN SOGGETTO E PIU' RICCA DELL'ALTRO. MA ANCHE QUANDO OGNUNO SA UNA COSA, METTENDOSI INSIEME, E SCAMBIANDOSELE DOPO ENTRAMBI NE SANNO DUE DI COSE. E SE I FIGLI FANNO ALTRETTANTO DOPO NE SAPRANNO QUATTRO, E COSI' VIA.
NELLA CULTURA UMANA LA SINERGIA E' IDENTICA.

910 Milioni anni fa circa

OGNUNO, VIENE DA DUE "CITTADELLE" FORTIFICATE, ED OGNUNA PORTA CON SE' LE RELATIVE CONOSCENZE, ESPERIENZE, INFORMAZIONI ACQUISITE; CIOE' IL PROPRIO BAGAGLIO GENETICO DEL PROPRIO AMBIENTE E QUINDI UNA NUOVA CULTURA CHE SI AGGIUNGE A QUELLA PRECEDENTEMENTE POSSEDUTA (SIA GENETICA CHE CONGENITA)


ALCUNE CONOSCENZA  SE SONO UTILI SONO SUBITO SVILUPPATE DA ENTRAMBI I DUE SOGGETTI E MESSE IN PRATICA, ALTRE RIMANGONO LATENTI, FORSE UTILI PIU' AVANTI, FORSE UTILE ANCHE IN UN' ALTRA FUTURA GENERAZIONE.

890 Milioni anni fa circa

ALCUNI PORTANO NEL LORO BAGAGLIO COSE BUONE, ALTRI (all'insaputa del partner) ANCHE COSE CATTIVE: L'AGGRESSIVITA', ORGANI NON PERFETTI, MENO BATTERI-SCHIAVI (ANTICORPI), MENO "CULTURA", E SPESSO MALATTIE LATENTI CHE INSORGONO POI CON IL TEMPO, MAGARI ALLA SUCCESSIVA GENERAZIONE.

880 Milioni anni fa circa

ORA ALCUNE CELLULE UNITESI VOGLIONO VIVERE DA SOLE, AUTONOME, NON CON I RISPETTIVI "GENITORI"; ED EDIFICANO VICINO, UNA PROPRIA CASA AUTONOMA E I LORO FIGLI FARANNO POI ALTRETTANTO E I NIPOTI PURE.


SI CREA NON PIU' UNA SOLA "CASA" MA TANTE CASE VICINE, UN' AGGLOMERATO DI CELLULE, SIMILI MA NON UGUALI; E ALCUNE SI SPECIALIZZANO, FANNO ORA UN SOLO LAVORO, DIVERSO MOLTE VOLTE DAI GENITORI, PIU' VARIO MA SPESSO ANCHE PIU' CREATIVO

ABBIAMO QUINDI IL 1° AGGREGATO PLURICELLULARE (una città fatta di tante case, di tante attività, di tanti utili mestieri), DOVE OGNI RISPETTIVO ABITANTE IN OGNUNA DI ESSE, VIVE, OPERA, LAVORA IN SETTORI MOLTO DIVERSI IN SINERGIA CON ALTRI SETTORI O ABITANTI DI ALTRI PAESI.

850 Milioni anni fa circa

LE CELLULE ORA VIVONO NON PIU' SOLE, (UNICELLULARE) MA DIVENTANO UN "ORGANISMO PLURICELLULARE", VIVONO QUASI A CONTATTO CON ALTRE, DOVE SI MUTUANO IMPORTANTI COMPITI VITALI CHE VENGONO DALLE PROPRIE ESPERIENZE

840 Milioni anni fa circa

ORGANISMI CHE INIZIANO FACENDO AFFIDAMENTO ALLA PERFETTA SINCRONIA DI VARI GRUPPI CHE LO COMPONGONO; CHI ALIMENTA, CHI PULISCE, CHI MUOVE, CHI CURA, CHI FA ENERGIA, "'ARTE", "CREAZIONI" , L'EDILE, IL MECCANICO, IL COLTIVATORE. RIPRODUCONO IN GRANDE QUELLO CHE PRIMA SI FACEVA NEL PICCOLO, CIOE'' DENTRO LA INIZIALE CELLULA (come gli emigranti di un paese progredito, quando ne occupano un altro retrogrado)

839 Milioni anni fa circa

I NOMI BIOLOGICI DI QUELLI CHE LAVORAVANO ALL'INTERNO SONO: RIBOSOMI, VACUOLI, MITOCONDRI, LISOSOMA, FAGOSOMI, CITOLISOSOMI; I re (Reticolati Endoplasmatici) CHE DALLE CISTERNE E DA MAGAZZINI PORTANO SULLE VARIE DIRETTRICI ALIMENTI O LATERIZI NEI VARI REPARTI DOVE SI FABBRICA BEN ALTRO (apparato di Golgi)


IL "re" DI QUESTA STRUTTURA, IL CITOPLASMA,  E' LO SPAZIO INTERNO DELLA CELLULA (cioè il paesino), GLI ORGANULI (diciamo le tante case) CHE SONO TUTTE COLLEGATE DA QUESTI reTICOLI (stradine) IN MODO DA CONSENTIRE IL PROCESSO METABOLICO (che sono poi "i trasporti interni").


PER TUTTA UNA VITA, ALCUNI FANNO SEMPRE LE STESSE COSE (la "plebe"), ALTRI, FANNO GLI "imprenditori", GLI "artisti". LA VITA CITTADINA LA MODIFICANO CONTINUAMENTE PUR USANDO SEMPRE GLI STESSI MATERIALI CHE HANNO A DISPOSIZIONE. (metaforicamente tutti usano le 7 note ma solo pochi diventano Beethoven o Mozart)

837 Milioni anni fa circa

SE FACCIAMO UN PASSO INDIETRO ABBIAMO VISTO CHE L' AMMINOACIDO E' COMPOSTO DA DIVERSI ATOMI , AD ESEMPIO LA glicina LI HA DISPOSTI IN UN CERTO MODO, ED E' FATTA DI 2NH-2CH-C-O OH , ALTRI IN UN ALTRO MODO

LE "note" IN QUESTO CASO SONO I 20 AMMINOACIDI DI CUI E' COMPOSTO IL MONDO VIVENTE. E SONO QUESTE note CHE VANNO A COSTRUIRE IL "tema musicale" CHE SONO POI LE PROTEINE. E LE CELLULE HANNO LA NECESSITA' DI QUESTE PROTEINE  PER VIVERE


OGNI MOLECOLA PROTEICA "tema", E' COMPOSTA DA DIVERSE "note", E CON TUTTI I 20 AMMINOACIDI POSSONO FARE 120 MILIONI DI MILIARDI DI COMBINAZION (che vanno cosi' a combinare l'intera "musica" vitale con le tante "opere" e "sinfonie" esistenziali di ogni essere vivente, mai uguale, anche se simile)

LE 20 "note" DEGLI AMMINOACIDI SONO CHIAMATE CON SIMBOLI, ala, arg, asp, cys, phe, gly, glu, glun, ileu, his, leu, lys, met, pro, ser, tyr, thr, try, val; SONO QUESTE A COMPORRE TUTTE LE PROTEINE (i "temi" che servono a fare le varie "creazioni". Queste come numero e poi con una differenziata quantità permettono una combinazione impressionante )

COME NELLA MUSICA, L'IMPORTANTE É LA DISPOSIZIONE DELLE "note" SUL "foglio". I BIOLOGI LI HANNO PROPRIO DEFINITI " i foglietti "; QUI VENGONO DISPOSTE LE note IN UNA PRECISA SEQUENZA, E' QUESTA VIENE DETTA struttura molecolare

833 Milioni anni fa circa

ALCUNE CELLULE FABBRICANO LE PROTEINE MOLTO RAPIDAMENTE (ricavandole dagli alimenti);  RIESCONO A FORNIRE COSI' ALL'"imprenditore" DNA LA QUANTITA' E LA VARIETA' CHE GLI OCCORRE. TRADOTTE IN NUMERO ANCHE 15 MILIONI DI piuoli DI AMMINOACIDI AL MINUTO


GLI ALIMENTI DI CUI CI NUTRIAMO, VENGONO SCOMPOSTI IN AMMINOACIDI, DI CUI SONO COSTITUITI E VENGONO SELEZIONATI E RIORDINATI DAL DNA, CHE LI ADATTA ALLE PROPRIE RICHIESTE PROTEICHE. (quello che facciamo noi in un supermercato quando scegliamo le cose che ci servono "in quel momento", e in un altro momento "altre cose")


MA SIAMO APPENA ALLE PROTEINE, AL tema comune. MA ORA COMINCIANO A OPERARE VERAMENTE GLI "artistI", GLI "artigiani", ALCUNI SONO TRADIZIONALI, ALTRI INVECE SONO BIZZARRI, INNOVATORI, RIVOLUZIONARI, CREATIVI, PERFINO VISIONARI.

SONO SEMPRE OPEROSI, ANCHE SE GLI ALTRI DICONO "LAVORATE PER NULLA, QUI C'E' GIA' TUTTO DI BUONO E VALIDO", MA LORO SEGUITANO A PRODURRE NUOVE "composizioni", NUOVE "opere", NUOVI ORGANISMI E SISTEMI. SPESSO I PIU' STRANI.

QUESTI ARTISTI, ATOMI-MOLECOLE, SI DIVERTONO A CREARE NUOVI GENI, NUOVE FORME, QUINDI NUOVE CREAZIONI, NUOVI MODELLI D'ORGANISMO E PRIMA DI MORIRE AGLI EREDI "TRASCRIVONO" TUTTO, PASSANO L'" arte" AI POSTERI. E GLI EREDI SI COMPORTANO COME LORO. SEGUITANO A CREARE E A SPERIMENTARE.


OVVIAMENTE PRIMA HANNO GENERATO ALTRI ESSERI A CUI AFFIDARE QUESTE NUOVE CONOSCENZE (come il ragioniere: che lascia al figlio le sue conoscenze di ragioneria, oltre ad altre numerose cose buone e cattive con i suoi geni )


NELLA RIPRODUZIONE, NELLA MITOSI (DIVISIONE CELLULARE) DA 2 A 16 SIAMO TUTTI UGUALI, POI OGNI CELLULA ALLA 16ma SEGUE (con i "foglietti") LE INDICAZIONI DELLA SUA "CULTURA", IL PERCORSO DIREMMO DELLA "maturità cellulare".


MITOSI CELLULARE

La mitosi rappresenta il complesso meccanismo di duplicazione delle cellule eucariote, ovvero di quelle cellule caratterizzate dall'avere un nucleo ben definito. Le cellule più semplici o procariote (batteri, alghe azzurre, funghi), utilizzano meccanismi meno sofisticati quali la scissione e la gemmazione. Il nucleo delle cellule eucariote contiene il codice genetico della cellula stessa ed è organizzato in filamenti di DNA (cromosomi) in numero variabile a seconda della specie di appartenenza. Nella cellula umana se ne contano 46. Per permettere alla cellula figlia di mantenere la stessa organizzazione cromosomica, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, la mitosi attraversa quattro fasi ben distinte : profase, metafase, anafase, telefose. A completamento,
interviene una fase finale detta citodieresi.

Profase:
Nei momenti iniziali di questa fase, i cromosomi si condensano e si rendono visibili al microscopio ottico sotto forma di doppi filamenti: i cromatidi, portatori dello stessa informazione genetica e agganciati tra loro in un punto centrale denominato centromero. Il nucleolo scompare, il plasma nucleare si fonde con il citoplasma e inizia la formazione del fuso mitotico il quale presiede alla migrazione dei cromatidi. Gli apici del fuso sono attaccati a due corpuscoli (centrioli) che si formano durante la mitosi.

Metafase:
Tutti i cromosomi migrano verso la zona equatoriale del fuso mitotico disponendosi a V in modo tale che i cromatidi siano rivolti verso i poli opposti del fuso.

Anafase:
I cromatidi di ciascun cromosoma si distaccano a livello del centromero e si dirigono verso i poli opposti del fuso che, durante la parte finale di questa fase, si allunga.   

Telofase:
I cromosomi "figli" derivati, addensati ai poli opposti, ricostruiscono i nuclei originari. Essi diventano meno distinguibili apparendo come una massa di cromatina. Si riformano le rispettive membrane nucleari.

Nella citodieresi,
la membrana cellulare tende a ripiegarsi verso l'interno dando luogo alla formazione di due cellule nettamente separate e con identico patrimonio genetico.


I "foglietti" HANNO IL PROGRAMMA GENETICO CON PRECISE INDICAZIONI-PERCORSO (In una stazione nel vedere partire un treno si ha l'impressione che tutti vadano nello stesso luogo, ma basta salire con i passeggeri e lungo il percorso si vede subito che non è così. Il nucleo di un clone fa la stessa cosa dei passeggeri; ognuno ha una sua precisa destinazione )

I PRIMI 2-4-6-8-16 KM VANNO TUTTI VERSO UNA DIREZIONE, POI OGNUNO VA VERSO LA SUA PRECISA DESTINAZIONE, CHE E' SCRITTA IN MODO ESATTO NEL SUO BIGLIETTO PRESO ALLA STAZIONE (ESATTAMENTE COME NEI foglietti GENETICI )


IL CONCEPIMENTO NELL'UOMO (unione dei due gameti) LA DIVISIONE E POI LA EMBRIONEGENESI RIPERCORRONO TUTTE LE PRIME TAPPE DELL'EVOLUZIONE FINO ALLA 16ma "divisione ". SOLO IN QUESTA POI TROVA LA DIREZIONE "UMANO". 
SE INTERVENIAMO NEL NUCLEO PRIMA DELLA SEDICESIMA, E MUTIAMO UN foglietto POSSIAMO FAR NASCERE OGNI TIPO DI ESSERE. OPPURE MUTARE ALCUNE CARATTERISTICHE DELL'UOMO. CIO' FARLO NASCERE CON LE PINNE INVECE CHE CON LE BRACCIA; O NON FARLE ADDIRITTURA CRESCERE. (il nefasto Talidomide mutò proprio uno di questi foglietti)

824 Milioni anni fa circa

NEL MONDO VEGETALE IL PROCESSO EVOLUTIVO E' AVVENUTO IN UNA FORMA PRESSOCHE' IDENTICA; IN FORMA PIU' MODESTA, MA ANCHE  QUESTO SI E' ORGANIZZATO IN CELLULE SUPER-SPECIALIZZATE E CON I RELATIVI FOGLIETTI-DESTINAZIONE

ORGANISMI UNICELLULARI, EUCARIOTICI VEGETALI, INIZIANO IN QUESTO PERIODO UNA LORO VITA INDIPENDENTE; E SI SPECIALIZZANO -ANCHE QUESTI- FORMANDO ATTORNO PARETI DI DIFESA PER GLI EVENTUALI AGGRESSORI PARASSITI CHE CERCANO ALIMENTI A SBAFO

800 Milioni anni fa circa

APPAIONO ORA ALGHE AZZURRE (CIANOFICEE), BATTERI (detti SCHIZOMICETI) CHE HANNO ANCORA UNA DIVISIONE DIRETTA E NON PER MITOSI SESSUALE, SI MOLTIPLICANO ALL' INFINITO TUTTI UGUALI, QUINDI OVVIAMENTE COMPRESO L'INTERO IMMUTATO BAGAGLIO GENETICO MOLTO SEMPLICE E QUINDI VULNERABILE


MOLTIPLICAZIONE ALL'INFINITO NON PROPRIO, MA FINO A QUANDO -COME I BATTERI CHE ABBIAMO VISTO PRIMA-  IL LORO NUMERO PUO' ATTINGERE ALLE RISORSE DAL TERRITORIO SE SONO RIUSCITI A DIFENDERLO DAGLI "IMMIGRATI" AFFAMATI IN CERCA DI CIBO,; QUELLI CHE SPESSO USANO LA RAPINA PER PROCURARSELO.


COME NEGLI INSEDIAMENTI UMANI, CERTI GRUPPI HANNO UN LIMITE DI RISORSE DEL TERRITORIO DOVE OLTRE NON SI VA, E' QUINDI GIOCOFORZA ATTACCARE TERRITORI VICINI, PENA L'ESTINZIONE DEL GRUPPO.

780 Milioni anni fa circa

ORA, GLI ORGANISMI INIZIANO DOPO VARIE DIFFICOLTA' VITALI, A RAGGRUPPARSI PRIMA IN COLONIE, POI INIZIANO COMPLESSE STRUTTURE: SONO LE ALGHE VERDI, I FUNGHI. ALCUNE SI NUTRONO DI AVANZI MENTRE ALTRE "guerreggiano" PER CERCARE "NUOVI SPAZI VITALI"

IN QUESTO MONDO, OSTILE, CON POCHE RISORSE, ALCUNE CELLULE SI SONO UNITE PER FORMARE ORGANISMI PLURICELLULARI AUTONOMI ( LE TALLOFIDE ). COSI' RAGGRUPPATE INVADONO I MARI E ASSORBONO DA QUESRI RICCHE SOSTANZE NUTRITIVE.

740 Milioni anni fa circa

LASCIATO IL PERIODO ARCHEOZOICO, LENTAMENTE ENTRIAMO NEL PERIODO ALGONKIANO. LE POPOLAZIONI PLURICELLULARI (ANIMALI E ALGHE) ORA PROLIFERANO IN SIMBIOSI, MA SONO A "BILANCIO CHIUSO".

720 Milioni anni fa circa

NEL MONDO ANIMALE COMPAIONO I RADIOLARI, I PORIFERI, I BRANCHIOPODI, IN QUELLO VEGETALE LE TALLOFICEE, MA CHE VANNO SEMPRE DI PIU' ADATTANDOSI, DIFFERENZIANDOSI PER NECESSITA' VITALI, QUINDI PER SOPRAVVIVERE DEVONO EVOLVERSI. QUESTA EVOLUZIONE E' SOPRATTUTTO DI SELEZIONE. CHI HA ALCUNE CARATTERISTICHE SOPRAVVIVE E SI MOLTIPLICA, CHI NE E' PRIVO SOCCOMBE E NON LASCIA DISCENDENTI.

LA SIMBIOSI DI QUESTA FLORA E FAUNA E' ORMAI A CICLO CHIUSO, ANIMALI E ALGHE "FRATERNIZZANO"; LA VITA COSI' DIVENTA PIU' FACILE, MA LA CONTINUA MOLTIPLICAZIONE SENZA ESTINZIONI ACCIDENTALI LI PORTA AL COLLASSO, MANCANO INFATTI I PREDATORI !

SONO LE POPOLAZIONI DI INVERTEBRATI, ECHINODERMI, ASTEROIDI (STELLE M.) OLOTURIE, ECHINOIDI (RICCI) CISTIDATI, CRONOIDI, ATTINIE, ARACNIDI, RADIOLARI; TUTTI SENZA SCHELETRI


QUESTA PROLIFERAZIONE FA MANCARE ALIMENTI, ED ECCO CHE ALCUNI CERCANO ALLA HITLER "spazi vitali", INVADONO, SOTTOMETTONO E SACCHEGGIANO CON ARMI LETALI ALTRI TERRITORI, CHE A LORO VOLTA SI DIFENDONO CON ALTRE ARMI, DI OGNI GENERE


USANO CORAZZE PER DIFENDERSI, SPADE PER ATTACCARE, INVENTANO ARMI CHIMICHE, USANO LA MIMETIZZAZIONE, SPRUZZANO ACIDI, VELENI, SOSTANZE NERE, MITRAGLIANO, DANNO SCOSSE ELETTRICHE ( i "carri armati" e gli "aerei" li troveremo più avanti!)

664 Milioni anni fa circa

ECCO APPARIRE GLI ESOSCHELETRI (SONO ROBUSTI CARRI ARMATI), POI I TENTACOLARI PER IL CORPO A CORPO, ALTRI HANNO IL RADAR SONICO, ALTRI APPARATI ELETTROMAGNETICI, ALTRI I FARI, ALCUNI L'ELETTRICITA' CHE SERVE LORO DARE UNA SCARICA AGLI ASSALITORI.


ALCUNI PESCI, MEDUSE E CEFALOPODI PER SFUGGIRE AI PREDATORI, I LORO "ARTISTI" INVENTANO IL NUOTO A REAZIONE, CON LA TECNICA DELL' IDROGETTO; ALTRI ANCORA CREANO PINNE AD elica, a sbattimento, o a voga. (che ingegneri !)

660 Milioni anni fa circa

ECCO QUINDI NELLA CRISI, ANCORA UN'ALTRA SELEZIONE: NELLA LOTTA SOPRAVVIVE CHI SI E' EVOLUTO, CHI POSSIEDE E HA USATO NUOVE ARMI PER DIFENDERSI O ATTACCARE (bravi quei veggenti "artisti" interni che ora sono rivalutati nel loro lavoro)


I SOPRAVVISSUTI INFATTI, ORA HANNO CORAZZE, GUSCI, CROSTE; PERFINO LE PIANTE SI COSTRUISCONO UN TRONCO QUASI SILICEO E DAL TALLO APPAIONO LE PRIME RADICI, CHE ORA SONO NASCOSTE NEL TERRENO, QUINDI MENO VULNERABILI.

MA PROPRIO PERCHE' ORA SONO TUTTI PROTETTI, PARADOSSALMENTE LA POPOLAZIONE NON ESSENDO DECIMATA DA ATTACCHI E GUERRE AUMENTA IN MODO VERTIGINOSO, LE RISORSE NON BASTANO PIÚ, E SI VERIFICA ANCORA UN COLLASSO; LA PROSPETTIVA E' L'ESTINZIONE.

QUESTO "PROLIFERARE" DELLE ARMI DI ATTACCO E DI DIFESA AVEVA CREATO IL RECIPROCO STALLO. MA ORA NELLA NECESSITA' , SALTANO TUTTI I "TRATTATI DI PACE" DEGLI SCORSI 110 MILIONI DI anni, ED E' GUERRA TOTALE.

600 Milioni anni fa circa

E' QUASI ESTINZIONE; LE NUMEROSE VITTIME FORMANO CON I LORO GUSCI ENORMI CUMULI DI QUESTI INVERTEBRATI, UNA ENORME ECATOMBE, COLLINE INTERE. ED E' ANCORA SELEZIONE, DOVE SOPRAVVIVONO I POCHI, I PIU' ARMATI, I PIU' FORTI E I PIU' FURBI.

590 Milioni anni fa circa

HA INIZIO L' ERA PALEOZOICA O PRIMARIA CHE SARA' DIVISA IN QUATTRO PERIODI; IL CAMBRIANO, IL SILURIANO, IL DEVONIANO, IL CARBONIFERO, IL PERMIANO. 

ERA PALEOZOICA o primaria
durata: 352 milioni di anni - da 600 a 248 milioni di anni fa
Palaiòs in greco significa antico, stesso significato di archàios; zoè vuol dire vita.
Quest’era è detta anche primaria, termine che le fu assegnato quando si riteneva che l’era precedente fosse del tutto priva di fossili. Infatti, in passato, l’era arcaica fu detta azoica. Pur non rispondendo al vero, anche le denominazioni delle ere successive - secondaria, terziaria, quaternaria - vengono conservate per abitudine.

L’era paleozoica può essere considerata la storia antica della crosta terrestre. Un particolare sviluppo ebbero i giacimenti di antracite e litantrace. Intensi furono i fenomeni vulcanici e i grandiosi fenomeni orogenetici determinarono i corrugamenti Caledoniano ed Erciniano. La flora, nella sua evoluzione, giunse alle prime gimnosperme; la fauna vide la comparsa dei pesci, degli anfibi e dei primi rettili - i Cotilosauri - cui si affiancarono i Terapsidi, antenati dei Mammiferi.



570 Milioni anni fa circa

Periodo cambriano 
Così denominato da Cambria, antico nome del Galles settentrionale.
Il clima fu piuttosto uniforme e forse non molto caldo, probabilmente per fenomeni glaciali che si verificarono in alcune località della Cina, dell’India e del Brasile.

L’ecosistema Cambriano, esclusivamente marino, comprende sia erbivori che carnivori. L’ossigeno veniva assicurato dalle alghe marine.
Nel tardo Cambriano compaiono i molluschi Cefalopodi nautiloidei, provvisti di conchiglia concamerata ripiena di gas con funzioni di protezione e di galleggiamento.
Le poche specie di Nautili oggi viventi sono i resti di questo gruppo che avrà grande importanza sia nel Paleozoico che nel Mesozoico.

Secondo alcune classificazioni, tra questo periodo e il Siluriano si frappone l'Ordoviciano.


 IL CAMBRIANO, DURERA' CIRCA 90 MILIONI DI ANNI ; E SONO PROPRIO DI QUESTO PERIODO I FOSSILI PIU' NUMEROSI E ANTICHI CHE CONOSCIAMO; DOPO LA GRANDE GUERRA TOTALE E LE CONSEGUENTI ECATOMBI E' FACILMENTE COMPRENSIBILE

550 Milioni anni fa circa

SONO PRESENTI ORA QUASI TUTTI GLI INVERTEBRATI CONOSCIUTI, SPUGNE, TRILOBITI, BRACHIOPODI. PIANTE, CHE INIZIANO A VIVERE ANCHE META' FUORI DALL'ACQUA; POI APPAIONO I PRIMI MUSCHI

530 Milioni anni fa circa

APPAIONO LE PRIME PIANTE VASCOLARI, UNA STRUTTURA A TESSUTO CHE ATTRAVERSO LE PRIME RADICI PORTANO NEL FUSTO LA VITALE LINFA, VERSO L'ALTO, VERSO IL SOLE. UN MATRIMONIO CHIMICO QUESTO ORA VITALE PER LE PIANTE.!

510 Milioni anni fa circa

NEI VEGETALI ORA NASCONO LE POEREFITALI; SI ALZANO SEMPRE DI PIU' VERSO IL CIELO, HANNO SOLO TRONCO E UN PICCOLO RAMO PER CATTURARE MEGLIO LA LUCE- (poi i soliti "ingegneri" fabbricano piu' rami, che permettono di catturare maggiore luce)

500 Milioni anni fa circa

INIZIA IL PERIODO SILURIANO, DURA 110 MIL. DI ANNI: LE TERRE EMERSE ANCORA GALLEGGIANTI SU UN MAGMA FLUIDO, CONVERGONO SEMPRE PIÚ, FINO A UNIRSI, PREMERSI CONTRO, INFINE A CORRUGARSI VERSO L'ALTO.

Il Siluriano prende il nome dall’antica tribù dei Siluri, abitanti del Galles.
Il clima fu più caldo rispetto al periodo precedente. Si formarono vasti mari epicontinentali poco profondi che favorirono l’invasione delle terre emerse da parte di minute piante unicellulari, per cui si ebbero i primi vegetali terrestri.

Fossili caratteristici: speciali idroidi celenterati, i Graptoliti, vissuti esclusivamente in questo periodo.


CONTINUA > 

CRONOLOGIA  GENERALE ALLA PAGINA PRECEDENTE

 

Sito protetto da Copyright @ Autore: Gonzato Franco, N. di repertorio Siae 9503092