HOME PAGE
CRONOLOGIA

DA 20 MILIARDI
ALL' 1  A.C.
1 D.C. AL 2000
ANNO x  ANNO
PERIODI STORICI
E TEMATICI
PERSONAGGI
E PAESI

vedi stesso periodo "RIASSUNTI STORIA D'ITALIA"

ANNO 1798
NAPOLEONE ANNO  per  ANNO
  
I PERSONAGGI DELLA RIVOLUZIONE

Febbraio I Francesi occupano Roma
Agosto II Coalizione anti-Francese
Luglio Napoleone in Egitto
Dicembre Savoia: perdono il Piemonte
Dicembre Napoleone in Siria

 

5 GENNAIO - I CONSIGLI: - E' varata una legge che prevede un prestito di 80 milioni di franchi per la preparazione di uno sbarco in Inghilterra.

11 GENNAIO - IL DIRETTORIO: - In seguito all'assassinio del Generale Duphot, viene ordinato al Generale Berthier, comandante dell'armata d'Italia, di impadronirsi di Roma.

12 GENNAIO - IL DIRETTORIO: - Bonaparte espone un piano per invadere l'Inghilterra.

15 Gennaio VAUD: - Insurrezione degli abitanti del paese, favorevoli alla Rivoluzione, contro il governo di Berna.

18 GENNAIO - I CONSIGLI: - Emanata una legge che autorizza la cattura di tutte le navi, anche di paesi neutrali, che trasportino prodotti inglesi.
LA GUERRA: - Gli austriaci occupano Venezia, secondo quanto previsto dal Trattato di Campoformio.

24 Gennaio -VAUD: - A Losanna viene proclamata l'indipendenza del paese di Vaud e la rottura di tutti i rapporti con il governo di Berna.
26 Gennaio - LA GUERRA:- Le truppe del Direttorio intervengono contro quelle di Berna, in soccorso degli insorti del paese di Vaud.
27 Gennaio -Il Generale Brune viene nominato comandante delle forze francesi in Svizzera.
28 Gennaio -MULHOUSE:- La citta' si riunisce alla Francia.


11 FEBBRAIO - GUERRA - Le truppe del Generale Berthier occupano cio' che resta dello Stato Pontificio ed entrano in Roma.

13 Febbraio -IL DIRETTORIO:-- Per tema di una possibile vittoria giacobina alle prossime elezioni di Aprile, il Direttorio sostituisce Sotin con Dondeau al Ministero di Polizia Generale.

14 Febbraio -IL DIRETTORIO:-Talleyrand fa pervenire una nuova memoria nella quale auspica la conquista dell'Egitto. Talleyrand non ha mai creduto in una possibilita' di successo di una invasione dell'Inghilterra.
LA GUERRA:-- Ordine del Direttorio al Generale Brune di impadronirsi di Berna.

Il 15 FEBBRAIO i romani incoraggiati dagli eventi nel nord Italia dopo una serie di tumulti contro il governo pontificio,  proclamano aiutati dai francesi  la Repubblica Romana. Rovesciano così il potere temporale del papato; ma devono poi accettare l'occupazione militare francese guidata dal Berthier.. 
papa pio vi
(*) viene prima trasferito a Firenze , poi deportato in Francia. Reagiscono gli austriaci con il generale Mack  che muovendosi dal Regno di Napoli tenta e riesce a rioccupare Roma solo per un mese,  provocando solo i francesi che dichiarano così ora guerra al Regno di Napoli ne invadono lo stato,  ferdinando iv di borbone (*), è costretto a fuggire e a rifugiarsi in Sicilia con la protezione degli inglesi.
15 FEBBRAIO - ROMA: - Il Generale Berthier proclama la Repubblica Romana.
Intanto il giorno prima il 14 FEBBRAIO Talleyrand fa pervenire una nuova memoria nella quale auspica la conquista dell'Egitto. Talleyrand non ha mai creduto in una possibilita' di successo di una invasione dell'Inghilterra. Anche Napoleone Bonaparte consegna un rapporto nel quale suggerisce di abbandonare il progetto di invasione dell'Inghilterra a favore di una spedizione in Egitto. I due consigli sono stati ascoltati. Il 5 MARZO il DIRETTORIO, approva il progetto di spedizione in Egitto; l'esecuzione e' affidata al Generale Bonaparte.

9 Marzo -La Dieta degli stati germanici, riunita a Rastadt, accetta l'annessione della riva sinistra del Reno alla Francia, come era stato stabilito con l'Austria il 17/10/1797.

22 Marzo -AARAU:-- Il Generale Brune convoca una assemblea allo scopo di ottenere la proclamazione di una Repubblica Elvetica.

27 Marzo -Il Generale Brune cede il comando dell'armata elvetica a Schauenburg e prende il comando dell'armata d'Italia al posto di Berthier.

29 Marzo -LA GUERRA:-- La flotta francese dell'Adriatico, al comando dell'ammiraglio Brueys, giunge a Tolone.

4 Aprile -RASTADT:-- La Dieta degli Stati Germanici ha deciso la secolarizzazione degli antichi principati ecclesiastici. Naturale conseguenza della sparizione dell'autorita' papale.

12-26 APRILE - 12 APRILE - AARAU: - Promulgazione di una Costituzione Unitaria per la Repubblica Elvetica. Il 21 Aprile - Proclamazione di una Repubblica Elvetica una ed indivisibile. Il 26 APRILE  con un trattato stipulato a Ginevra la Repubblica Elvetica viene annessa a quella francese.
 
27 Aprile -IL DIRETTORIO:-- Nomina dell'ammiraglio Bruix al Ministero della Marina al posto di Pléville Le Pelley.

4 MAGGIO -  Il Generale Bonaparte si prepara a Tolone, per dare inizio alla campagna d'Egitto. 
Il 19 MAGGIO Napoleone salpa da Tolone, dando inizio alla campagna d'Egitto. L'armata era composta da 35.000 uomini imbarcati su 200 navi. Tra i partecipanti alla spedizione si contavano anche: 21 Matematici. 3 Astronomi. 17 Ingegneri civili. 13 Naturalisti. 13 Geografi. 4 Architetti. 8 Disegnatori. 10 Maestri Meccanici. 15 Interpreti. 22 Stampatori
La campagna d'Egitto e' stata spacciata come una guerra di liberazione degli egiziani dalla dominazione turca. In realta' aveva solo il compito di destabilizzare il decrepito Impero Ottomano, nella speranza di spartirne i resti.
L' ambiziosa missione in Egitto è per "colpire - afferma Napoleone che ha presentato un progetto d'invasione  - gli enormi interessi economici inglesi, come la Via delle Indie; infatti gli  inglesi  hanno "colonizzato" il Paese e lo stanno dominando con governanti fantocci cui hanno regalato il lusso e questi  hanno trasformato il loro popolo in una nazione di servi, che indirettamente debbono ubbidire solo allo straniero.
Napoleone ha in testa questo progetto: ma forse il  pensiero su Alessandro Magno turbina nella mente dell'ex tenente di artiglieria. E non dimentica il passato dei Romani:  "chi ha il possesso del Mediterraneo - afferma - è il dominatore di tutto il continente; ha in mano le vie delle Indie; ha   i commerci, ha il mercato, ha la potenza economica, quella che poi costruisce anche quella  politica. 
Se noi colpiamo gli interessi economici degli inglesi in Egitto, distruggiamo anche la sua politica e la sua forza.
Il Direttorio dà il consenso  anche perchè Napoleone é ormai divenuto troppo famoso e molto pericoloso per la sicurezza del Direttorio stesso;  nelle trattative con l'Austria, Napoleone il Direttorio l'aveva del tutto  ignorato.

9-11 GIUGNO - Napoleone  si impossessa dell'Isola di Malta. Obiettivo: farne il punto strategico nel basso Mediterraneo per l'intera offensiva prima in Egitto e poi in Oriente. 

In Francia nel frattempo si è accentuata l'involuzione autoritaria. Il Direttorio ha annullato le elezioni dei Consigli ( erano emersi i candidati di sinistra) e ha nominato deputati più graditi.
C'era già stato un Rapporto di Bailleul al Consiglio dei Cinquecento su presunte irregolarita' elettorali e richiesta di esclusione degli eletti di estrema sinistra. Tira aria di colpo di stato come il 1/7/1797. L'8 MAGGIO - Il Consiglio dei Cinquecento accetta le richieste di Bailleul.
L' 11 MAGGIO  Il Consiglio degli Anziani si allinea con il Consiglio dei Cinquecento ed accetta l'invalidazione delle elezioni di 106 deputati giacobini. Si tratta di un altro colpo di stato che verra' ricordato come il Colpo di stato del 22 Floreale.

1-2 LUGLIO - La flotta francese partendo da Malta, sbarca in Egitto durante la notte ed espugna Alessandria. L'Ammiraglio Nelson che ne aveva il dominio ha però già abbandonato la città e il porto, con l'intenzione di riorganizzarsi  al largo con ulteriori aiuti di navi inglesi.
7 LUGLIO - 10 LUGLIO - Il Generale Bonaparte si dirige verso Il Cairo. Vittoria sui Mamelucchi ad El-Ramanyeh. (Mamelucchi: truppe regolari turche del Sultanato Ottomano, al quale l'Egitto apparteneva).
La marcia verso il Cairo attraverso il deserto di Damanhour e' stata una iniziativa disastrosa. La spedizione e' avvenuta nel periodo piu' caldo dell'anno con una truppa equipaggiata con vestiario pesante, con cibo scarso e senza acqua. Molti soldati, impazziti per il caldo, si sono suicidati. Partenza dell'esercito napoleonico da Alessandria verso l'interno dell'Egitto contro i mamelucchi filo-inglesi. Gli inglesi da tempo miravano ad allargare i propri domini coloniali, e per farlo, in una delle tante  frequenti viscerali contese   interne, quelle dei Pascià, avevano appoggiato una delle parti in lite, poi a conflitto concluso (sempre vincenti gli inglesi con gli ingenti mezzi militari a disposizione) si insediarono sul territorio nominando i governanti servili. Fra l'altro i Turchi combattevano i russi, e questo non dispiaceva  agli inglesi, anzi li rifornivano  di denaro, armi e uomini. 
13 LUGLIO - : - Nuova vittoria di Bonaparte sui Mamelucchi a Chebreis.

20-21 LUGLIO - Dopo alcuni giorni di marcia nel deserto, Napoleone sconfigge i mamelucchi di Murad Bey in una famosa battaglia ai piedi delle Piramidi.  Terminato lo scontro   declamò ai suoi soldati il famoso Discorso delle Piramidi.
L'"avventura" purtroppo finirà presto, ma come gli è riuscito presso altre contrade d'Europa, Napoleone ha resuscitato  l'Egitto da un sonno profondo di venti secoli: ha dissepolto (con i tecnici e scienziati al suo seguito) dalle sabbie portandolo in piena luce nella Storia dell'Umanità,  non solo i monumenti di una antica civiltà, ma anche un popolo -quello egiziano- che piegato e ridotto solo a servire aveva  dimenticato tutto il suo passato e la sua antica cinque volte millenaria  civiltà. 
Dell'antico Egitto l'Europa non sapeva nulla. Tutto sembrava avvolto dal mistero e dalle tenebre; buona parte dei grandi monumenti era  ricoperto dalla sabbia. C'erano molti  libri antichi che accennavano a questa civiltà, c'erano numerosi testi greci, latini ed arabi, ma tutti erano stati sepolti nella polvere dei conventi. E quello che si sapeva era molto vago, così impreciso che pochi credevano che erano ruderi e vestigia di una antica civiltà

24 LUGLIO - Napoleone entra vincitore al Cairo. Vi resterà  fino al 23 dicembre in un clima di ostilità degli abitanti (servi, oppressi, strumentalizzati)  creandogli non poche difficoltà.
1° AGOSTO - nel frattempo dopo che Nelson aveva abbandonato Alessandria, rifugiandosi in Sicilia, ci ripensa (o ha una intuizione?) e parte da Siracusa con la flotta, verso l'Egitto.
Giunto sulle coste africane, intercettata la flotta francese davanti ad Aboukir, Nelson la cola interamente a picco. Deve essere stata una cosa allucinante; come sparare dentro una piccionaia. Le 200 navi francesi, colte di sorpresa mentre erano ancorate alla fonda, dopo 18 ore consecutive di bombardamento, si erano ridotte a soli 4 vascelli superstiti. - Per questa impresa Nelson fu stato nominato Barone. A questo punto il Generale Bonaparte si trovava prigioniero della sua stessa conquista.

20 AGOSTO - La Turchia stipula un trattato con la Russia. La flotta  ha ora il libero accesso dal Bosforo al Mediterraneo attraverso il Dardanelli. Non è certo una iniziativa dei Turchi, ma degli inglesi, che cominciano ad essere preoccupati in Oriente e a pensare che una coalizione anglo-turca con dentro anche i Russi potrebbe essere la soluzione per conservare l' Oriente. Sarebbero stati guai seri per la Gran Bretagna -come aveva intuito Napoleone-  se la Francia si insediava  in Egitto.
Il 9 SETTEMBRE -  La Turchia dichiara guerra alla Francia.

19 SETTEMBRE - PARIGI: - Inaugurazione della Prima Esposizione dell'Industria Francese. Il Campo di Marte e' stato particolarmente attrezzato con la costruzione di 68 portici contenenti centinaia di padiglioni espositivi.
Questo rilancio dell'industria e' in buona parte dovuto al processo di deflazione in corso nel paese. Assegnati e Mandati Territoriali stanno diventando un ricordo.
Il nuovo sistema di monetazione metallica e' stato reso possibile dalla enorme quantita' d'argento prelevato dalle chiese e dal bottino in oro conquistato durante la Campagna d'Italia.

21-22 OTTOBRE - Organizzata e alimentata dagli inglesi, al Cairo scoppia un'altra  insurrezione di mamelucchi contro i francesi, che a stento Napoleone riesce a domare.
 La popolazione insorge contro l'occupazione francese. Il Generale Bonaparte reprime prontamente l'insurrezione. Tutto fu dovuto a un banale pretesto che si è ben presto tramutata in una  autentica guerra di religione. Bonaparte aveva ingenuamente concesso ad ebrei e cristiani, qui residenti, il privilegio di vendere liberamente ....vino; in una città che era di stretta osservanza musulmana.

27 OTTOBRE - L'isola di Cefalonia cade in mano alla flotta russo-turca.
1 NOVEMBRE - IL DIRETTORIO: - L'inquietudine per l'intervento russo nello Ionio induce il Direttorio a fare marcia indietro ed a proporre un patto all'Austria così articolato:
* la Francia si impegna ad evacuare le proprie truppe dalla Svizzera e da Roma
* l'Austria si impegna ad impedire il passaggio delle truppe russe sul suo suolo
* ed inoltre viene proposta l'apertura di negoziati con l'Inghilterra e la Turchia per il raggiungimento della pace. Il 5 Novembre - Inizia il blocco navale russo-turco davanti all'isola di Corfu' occupata dai francesi.

22 NOVEMBRE - - Offensiva del Re di Napoli contro i francesi che avevano occupato Roma. Dopo la proclamazione della Repubblica Romana, i francesi si erano imposti con pesanti tasse e frequenti saccheggi. L'intervento del Re di Napoli era stato invocato come una liberazione.
IL 27 Novembre - L'esercito del Re di Napoli occupa Roma cacciandovi i francesi..
28 NOVEMBRE - La flotta inglese dell'Ammiraglio Nelson sbarca in Toscana, vicino a Livorno, portandovi 3.000 soldati napoletani, allo scopo di aggirare le truppe francesi.
Il 14 Dicembre - Il Generale Championnet batte le truppe napoletane e riconquista Roma.

6 DICEMBRE -ITALIA  - Le truppe del Direttorio invadono il Piemonte.
8 DICEMBRE - Il re degli Stati Sardi, Carlo Emanuele IV, abbandona il Piemonte, invaso dalle truppe francesi, e si ritira in Sardegna scortato dalla flotta inglese. Il generale Joubert resta padrone del campo. I Savoia, al momento, non dispongono piu' di territori continentali.
 Sara' proprio questo tanto disprezzato "regno fatto di pietre" che gli permetterà di conservare la corona sul capo.  

21 DICEMBRE - Decisa offensiva francese contro il Regno di Napoli. Il Re di Napoli e di Sicilia, Ferdinando IV, si rifugia sulla nave dell'Ammiraglio Nelson. Il 26 L'ammiraglio Nelson conduce in salvo, a Palermo, il re di Napoli Ferdinando IV. Il 29 Firma di un trattato di alleanza tra l'Inghilterra, la Russia ed il Regno di Napoli. Tra le clausole del trattato e' compreso anche un fantasioso progetto di installare una armata russa sull'isola di Jersey, quale base per attaccare ed invadere la Bretagna.


 PARIGI - DIRETTORIO - Ultimatum inviato alla Dieta tedesca, riunita a Rastadt; la Francia esige sue teste di ponte anche sulla riva destra del Reno.

24 DICEMBRE - Napoleone lascia Il Cairo, per un viaggio verso Suez; vi arriva il 26; il 30 é in perlustrazione sul Mar Rosso.
 Il Generale Bonaparte, a Suez, formula un progetto per il taglio di un canale che colleghi il Mediterraneo al Mar Rosso: è l'atto di nascita del futuro Canale di Suez.

30 DICEMBRE - Napoleone studia un piano per una  spedizione in Siria. Vuole riconquistare le terre delle antiche Crociate medievali e anche quelle più antiche. Mai, dal tempo dei Romani si era vista una flotta così potente navigare verso Oriente. I 15 vascelli con 120 cannoni, le 14 fregate, i 72 vascelli  minori, le 400 navi da trasporto, danno a Napoleone il senso di una potenza senza limiti. L'errore purtroppo era di prospettiva, avanzava verso Oriente ma pensava costantemente all'Europa. E non aveva del resto torto. Quando arrivò ad Acri capì che doveva tornare là dove era atteso.

-------------------

*** CAVEDISH DETERMINA LA FAMOSA COSTANTE DI GRAVITA'.

NASCE a Recanati il 29 giugno GIACOMO LEOPARDI

Primogenito del Conte Monaldo e di Adelaide dei marchesi Antici, Leopardi crebbe in un ambiente politicamente e culturalmente retrivo, del cui conformismo non tardò a soffrire. Ricevette la sua prima educazione dal padre (il quale coltivava interessi letterari ed eruditi) e da precettori ecclesiastici, ma presto continuò gli studi per conto proprio nella ricca biblioteca paterna perfezionandosi nella conoscenza del latino e imparando da solo il greco, l'ebraico e alcune lingue moderne. Risalgono a questo periodo le sue versioni di Esiodo, degli idilli di Mosco, del primo libro dell'Odissea, della Batramomiomachia, la composizione di rime bernesche,  due tragedie,  poemetti biblici, le dissertazioni filosofiche, e le opere erudite come la Storia dell'astronomia o come il Saggio sopra gli errori popolari degli antichi.

Negli anni 1817-1818, a venti anni venne formulando una concezione dolorosamente pessimistica del reale, che si farà via via sempre più rigorosa e coerente e che in sede di scrittura si affidò in prevalenza allo Zibaldone. Sul piano della poetica questo pensiero pessimistico si traduce in un singolare recupero del classicismo, mirante ad attingere una remota antichità non ancora contaminata dal progresso e del filosofeggiare dell'uomo, ma che si svolgerà più tardi., verso il 1820. E' la "poesia sentimentale", che lo coinvolge, quella colta alla riflessione e all'analisi degli stati d'animo. A tali riflessioni corrispondono le realizzazioni poetiche di quegli anni. Tra il 1819 e il 1821, infatti compose L'infinito, La sera del dì di festa, Alla luna, Il sogno, La vita solitaria-
(VEDI BIOGRAFIA, LA VITA, LE OPERE, LO ZIBALDONE)

*** LE BON INVENTA IL GAS D'ILLUMINAZIONE E A. LAMPADIUS (DA LUI POI PRESERO IL NOME LE lampade) DA' UN ESEMPIO PRATICO DI QUESTA GRANDE SCOPERTA, INFATTI ILLUMINA L'INTERO CASTELLO DI DRESDA OFFRENDO NELLA NOTTE UNO SPETTACOLO FIABESCO A TUTTI  I RICCHI CONVENUTI DA LUI INVITATI

*** G.CAELEY ELABORA I PRINCIPI DELL' AEREODINAMICA.

*** DE LAPLACE SCRIVE E PUBBLICA "LA MECCANICA CELESTE" (teoria delle nebulose)

 CONTINUA ANNO 1799 >