ANNO 1967 - (provvisorio)

SCOPERTE E SCIENZA
(in costruzione)

*** Il 3 dicembre a Citta' del Capo in Sud Africa, si verifica un fatto straordinario nella storia della medicina di tutti i tempi, un passo storico per l'umanita'.
CHRISTIAN BARNARD
trapianta IL CUORE DI UN UOMO SU UN ALTRO UOMO.
Il mondo sbigottito e quasi incredulo trattiene il respiro e conta i giorni di sopravvivenza. Saranno 18, poi l'uomo morirà per il rigetto immunitario. Ma il 2-gennaio-1968 altro paziente e altro trapianto.
 La cosa piu' sconvolgente (e già l'organo trapiantato induceva a considerazioni di ordine filosofico e morale) fu quella, per alcuni, che il donatore del cuore era un nero  "negro" dell'Africa, anzi del Sud Africa dell'Aparthaid. "Ma allora...." si chiesero ancora increduli nell'anno di grazia 1967 "ma allora......loro sono proprio come noi?".
(Erano fermi al 1853. Ecco cosa dicevano i fisiologi e gli uomini di scienza nel 1853.
Marmocchi parlando del Sud Africa nella sua Grande Enciclopedia Mondiale, la piu' completa e autorevole del tempo, affermava "L' uso spaventevole di mangiare carne umana in queste zone è molto diffuso, e non mangiano soli i nemici ma anche gli amici, i parenti, i figliuoli e perfino le mogli, sono peggiori degli asiatici; a nulla giova la fede mansueta del cristianesimo di eroici missionari che, surtogli a fronte il maomettismo...........questo fece vieppiù decrepito il fior gentile della civiltà. Molti dotti dicon che son al primo stato dell'uomo antico e naturale: La prima opinione è un errore, la seconda è sentimentalismo, non regge al raziocinio: io dico che non sono allo stato primo, ma all'ultimo, figli degenerati d'una decrepita umanità, un putrido tronco e non germogli ......E' sentenza ormai degli universali fisiologi e degli uomini di scienza che quegli uomini hanno per natura nessun intelletto. Padre Gregorie sperava prodigi in una sviscerata sensibilità, ma ahimè, l'esperienza non corrisponde al suo desiderio, quella sua speranza è pura follia. Con quegli più nulla s'ha da fare, solo le catene!" (Geografia Universale, 1853, p. 312, 3° volume)
Sui giornali i commenti non mancarono. "Ma che cosa siamo pezzi di legno?". Qualcuno crede ancora nei poeti e che il cuore sia la sede dei sentimenti, dell'affetto, dell'amore. Difficile far capire che è un muscolo intercambiabile. Tramonta un mito, il mito letterario del cuore, e a qualcuno non va' proprio giu', soprattutto chi si considera rispetto agli altri un essere superiore, un eletto.
Il poeta Ungaretti era ancora convinto che il cuore non era un muscolo, ma la sede dei sentimenti e delle passioni e ne fu sconvolto. Montale invece si consolò convincendosi che, dunque, tutto era invece nel cervello. Ma il primo ignorava la cardiologia la cardiochirurgia e l'altro la neuroscienza e la neurochirurgia.
La ""magia" non fu compiuta da un mago o da un santo, ma da un uomo affascinante dall'aria di ragazzo, dagli occhi verdi e il largo sorriso e soprattutto dalle abilissime mani  che aveva fatto resuscitare un uomo e fatto battere nel suo petto il cuore di un altro uomo morto.

*** IL 13 Ottobre la sonda spaziale VENUS 4 scende morbidamente con un volo frenato sul pianeta Venere. Sono le prime storiche fotografie del pianeta da distanza ravvicinata .

*** A New York viene portato a termine e inaugurato il ponte sospeso Giovanni da Verrazzano. La campata sospesa centrale e' lunga 1298 metri.

*** Sembra sempre esistita eppure la famigerata bottiglia di plastica delle bibite o dell'acqua minerale vede la luce il 13 agosto di quest'anno. A realizzarla è un autodidatta, Nathan Weith. Un dipendente della Du Pont. Sembrava una realizzazione impossibile perchè l'anidride carbonica al minimo movimento della bottiglia la sua pressione aumentava e dilatava la plastica. Ma con una geniale intuizione l'autodidatta scoprì il metodo e il 15 maggio del 1973 lo brevetterà.

<< inizio anno 1967 - continua anno 1968 > >


CRONOLOGIA GENERALE  o alla  ALLA PAGINA PRECEDENTE