ANNO 1973 (Pagine in costruzione) MESE DI GIUGNO

 

5 GIUGNO - A Roma, si svolge il XII congresso della DC FANFANI, RUMOR e MORO si accordano con un documento unitario per aprire nuovamente al centrosinistra. A prevalere all'interno del partito con una maggioranza relativa è sempre la corrente di Rumor con PICCOLI e BISAGLIA. I tre danno vita al trio PI-RU-BI, che dominerà d'ora in avanti spartendosi l'intera politica e l'economia (e i fondi) del Veneto e del Trentino. Salvo in seguito schierarsi BISAGLIA contro il suo protettore-maestro, invadendo il suo "feudo": la provincia di Vicenza. Bisaglia morirà in circostanze strane, caduto dalla barca e annegato nel mare di Portofino il 24 giugno 1984. Più ancora misteriosa la morte del fratello prete, che stava indagando in un modo accanito sulla sua fine, e forse aveva scoperto qualcosa. (vedi Biografia di Bisaglia)

12 GIUGNO - Termina il Congresso DC con il documento che passa alla storia come l'"Accordo di Palazzo Giustiniani". FANFANI ha auspicato il ritorno del "centrosinistra". Viene dunque decretata la fine del governo ANDREOTTI (che si dimette da un tripartito di centro con il PLI). Subito dopo, il 17, FANFANI ritorna a fare il segretario del partito. Fanfani era stato cacciato in malo modo (dai franchi tiratori) da tutte le cariche fin dal lontano 1959. Rientrato poi nel '62 con un programma ambizioso, lo portò quasi a termine raccogliendo molti consensi e ottenendo ottimi risultati con delle buone riforme. Ad esempio quella economica in cui l'alto tasso di sviluppo avrebbe consentito la realizzazione di importanti servizi sociali essenziali per equilibrare il mondo del lavoro pubblico e privato. Troppa concretezza! Avversato dalla stessa Chiesa, con i moderati spaventati, i suoi "amici" remarono ancora una volta contro, affossando le sue riforme (urbanistica, regioni, riforma fiscale, lotta all'evasione ecc.) e bloccandogli ogni attività fino alle sue dimissioni. Ma quest'anno, "rieccolo", come scrisse qualcuno.

16 GIUGNO - Ricambiando la visita fatta da Nixon in Russia, BREZNEV si reca in visita negli Stati Uniti. Il disgelo tra le due potenze continua fra accordi commerciali e patti di non proliferazioni delle armi. Il 25 giugno il premier sovietico visita Parigi.

28 GIUGNO - Le Brigate Rosse sequestrano per tre ore un dirigente dell'Alfa Romeo. MICHELE MINGUZZI. E' condotto nelle "carceri del popolo", processato, malmenato, fotografato, messa la sua immagine sui volantini, fatti poi recapitare alla stampa per il dileggio, e infine rilasciato.

FINE GIUGNO

TORNA INIZIO ANNO


  ALLA PAGINA PRECEDENTE