ANNO 1974 (provvisorio) MESE MARZO

2 MARZO - L'uscita del PRI e dello stesso LA MALFA come ministro del Tesoro, portano alle inevitabili dimissioni del IV governo RUMOR.

Il 6 marzo è nuovamente incaricato a formarne un altro; il 14 presenta la nuova coalizione, sempre di centrosinistra ma questa volta lasciando fuori il PRI che fornisce solo il suo appoggio esterno.

 8 MARZO - A Torino la lunga dura lotta dei sindacati con la Fiat, iniziata il 25 gennaio scorso con tanta rigidità e contrasti termina alla fine con la direzione aziendale che concede a tutti i lavoratori, un aumento in media di circa 20.000 lire mensili. Purtroppo non siamo nel periodo del "miracolo economico", ma siamo in piena crisi dell'auto, e questi oneri aggiuntivi vanno ad incidere sui profitti dell'azienda che in ottobre sarà costretta a ripiegare su forme varie di "assistenza", come la cassa integrazione per 65.000 operai (vedi il 2 ottobre).

 14 MARZO - Quinto governo RUMOR. Un tripartito DC, PSI, PSDI, con l'appoggio esterno del PRI e della SVP. Un governo che il 23 marzo ottiene la fiducia alla Camera con 343 sì (DC, PSI, PSDI, PRI, SVP) e 231 no. Mentre al Senato il giorno 27 riceve 183 sì e 119 no.

Impiegano più tempo a formarlo e a votarlo che non ad esercitare il proprio mandato governativo, infatti, dura nemmeno settanta giorni, il 10 giugno è già dimissionario (vedi 10 giugno).

 30 MARZO - L'industriale PIAGGIO è coinvolto e incriminato dalla magistratura per finanziamenti al fantomatico gruppo dei servizi segreti deviati, detto della "Rosa dei Venti". Quella struttura parallela del SID, composta da militari e civili, collegata a strutture sovranazionali sorte in ambito Nato con lo scopo di lottare con ogni mezzo contro il comunismo. Il teorema che quest'organizzazione sia quella che coordina gruppi eversivi è del giudice Tamburino che il 13 gennaio ha fatto arrestare il colonnello AMOS SPIAZZI e lo scorso novembre il generale FRANCESCO NARDELLA insieme al colonnello ANGELO DOMINONI.

FINE MARZO

TORNA INIZIO ANNO

  ALLA PAGINA PRECEDENTE