ANNO 1974 (provvisorio) MESE SETTEMBRE

8 SETTEMBRE - Il "lavoro" di DALLA CHIESA paga subito. I due maggiori esponenti delle Brigate Rosse, CURCIO e FRANCESCHINI sono arrestati in circostanze molto curiose. Sono catturati a Pinerolo in un banalissimo posto di blocco. Non convince molto la rapidità di questo poliziotto segugio nel mettere le mani subito sul vertice del maggior gruppo eversivo. Ma lui non risponde, né vuol dire come ha fatto, come sollecita (!)  invece  qualcuno. Lui si fida solo dei suoi uomini. Lo sapremo solo più tardi, ha infiltrato in quest'operazione nel covo un ex prete, SILVANO GIROTTO col soprannome "frate mitra".
Sono nella stessa operazione arrestati anche GIOVAMBATTISTA LAZAGNA ed ENRICO LEVATI.

 13 SETTEMBRE - Scoppia il caso SINDONA. Quell'allegra congrega che distribuiva miliardi facili , come abbiamo già accennato in precedenza, è travolta dalle contestazioni d'illegali ripartizioni d'utili e falso contabile. I controlli scoprono che la Banca Privata Italiana di Michele Sindona, potente banchiere emergente molto munifico, dopo aver ricevuto un finanziamento di 100 miliardi dal Banco di Roma con le garanzie (!) della Banca D'Italia é sull'orlo del fallimento.

Ha incassato - si afferma - e distribuito "regalini" perfino a gruppi eversivi, e ha dirottato in Svizzera i soldi di 500 grossi nomi italiani. La Banca d'Italia è costretta a fare il salvataggio e lo Stato a dover tirare fuori i soldi. Il 9 ottobre è spiccato mandato di cattura, ma Sindona preavvertito da qualche talpa è già all'estero.

Ma tornerà il "piccolo siciliano" presto alla ribalta. In modo clamoroso. Coinvolgerà i potenti d'Italia. Fra i nomi il banchiere CALVI e si ritornerà a parlare della famosa lista dei 500 grandi esportatori di valuta. Verrà poi fuori la famosa P2 di LIGIO GELLI, con i 962 iscritti nella sua loggia. Finalmente nel '86 SINDONA sarà arrestato, ma morirà avvelenato in carcere, lasciando nel buio assoluto una delle più losche e inquietanti manovre occulte in Italia dell'intero secolo, compresa quella del terrorismo: le stragi, le stazioni fatte saltare per aria, gli aerei caduti e il crac di banche famose.

Il 29 settembre 1983 suscitò molto clamore il suo braccio destro, nonché genero, CARLO BORDONI, quando davanti alla commissione parlamentare d'inchiesta sulla P2 rivolse a GIULIO ANDREOTTI l'accusa d'essere lui il capo effettivo della P2, la potente loggia massonica di LICIO GELLI legato fra l'altro alla gran mafia siciliana e al progetto d'Indipendenza della Sicilia, e quindi la colonizzazione "finanziaria" dell'intera Italia continentale.

Nella P2, compariranno molti personaggi dell'Italia che conta, il generale MICELI, MALETTI, SANTOVITO, BERLUSCONI, RIZZOLI, TASAN DIN, DI DONNA, CALVI, COSTANZO, SPAGNUOLO, VITTORIO EMANUELE DI SAVOIA, politici, magistrati, giornalisti, militari, industriali.

Il progetto contemplato nel "piano di rinascita" illustrato da Gelli, apparso sul Corriere della Sera del 5 ottobre 1980, intervistatore Costanzo, doveva nelle intenzioni puntare all'indebolimento dei sindacati, al controllo totale dei giornali e dei partiti, alla distruzione del monopolio RAI, e aveva un grande obiettivo: il mutamento della Repubblica in senso presidenziale e infine impedire ai comunisti l'ingresso al governo.

La P2 risulterà spesso coinvolta in molte inchieste giudiziarie, anche le più scottanti degli ultimi trent'anni. (Nel 1998 la fuga di GELLI dopo un mandato di cattura, sarà simile a quella di Sindona, poche ore prima, avvertito dalla solita talpa, è riparato all'estero).

 14 SETTEMBRE - Soldati di leva per la prima volta nella storia dell'esercito italiano, dichiaratamente d'estrema sinistra sfilano in divisa con i volti coperti a Roma per ricordare l'anniversario del Golpe cileno.

15 SETTEMBRE - Il primo delitto del Mostro di Firenze - La mattina di domenica 15 settembre 1974 un contadino ritrova in un campo in riva al fiume Sieve nei pressi di Sagginale nel Muggello le prime vittime del cosiddetto Mostro di Firenze: Pasquale Gentilcore e Stefania Pettini. I due giovani che si erano appartati la sera precedente con la Fiat 127 Blu di Pasquale, sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco e di arma bianca, presumibilmente un coltello. In particolare l'assassino infierisce sul corpo della ragazza sulla quale saranno rilevati per 97 volte i segni del coltello. La pistola risulterà poi essere una Beretta della serie 70 che, lo si scoprirà solo nel 1982, aveva già sparato in un delitto quasi analogo nel 1968.I proiettili sono Winchester calibro .22 Long Rifle foderati di rame. In questo primo delitto la mira dell'assassiono si rivela alquanto incerta rispetto a quello che sarà poi nei delitti successivi.
Le indagini sono a dir poco approssimative: in qualità di medico legale interviene il medico condotto del paese che non avendo esperienza specifica non si avvede dell'uso di una pistola e pensa che i fori sui cadaveri siano lasciati da un cacciavite a stella. L'errore sarà scoperto solo in sede di esame autoptico a Firenze e solo allora i carabinieri torneranno sul posto a cercare i bossoli. Li troveranno sotto un cespuglio dove una mano ignota ne ha radunati cinque uno accanto all'altro; degli altri bossoli non si troverà più traccia.
Anche la borsa della ragazza sarà rinvenuta a circa 200 metri dalla scena del delitto solo dopo una segnalazione anonima. Il delitto viene archiviato come irrisolto. Si pensa a un movente passionale ma non si è in grado di dare un volto al colpevole. Sarà tutto dimenticato fino al 1981 quando il mostro colpirà di nuovo nei pressi di Firenze.

 18 SETTEMBRE - CROLLO DELLA BORSA - Un mercoledì nero alla Borsa. Dopo le prime avvisaglie e con una lira che perdeva ogni giorno colpi, è arrivata la stangata. (8,15 di perdita. Miliardi bruciati in un paio di giorni. L'indice che nel 1963 era uguale a 100, tocca il 48,74. Anche i ricchi insomma piangono!

 18 SETTEMBRE - Alla direzione del PSI, DE MARTINO propone maggiore attenzione ai sindacati e al PCI, chiede delle riforme e non condivide la politica deflazionistica del governo pur avendo Giolitti al ministero del Bilancio. Ma un attacco feroce lo riceve subito il...

1° OTTOBRE......... (VEDI OTTOBRE)

TORNA INIZIO ANNO

  ALLA PAGINA PRECEDENTE