ANNO 1979 (Pagine in costruzione) MESE DI GIUGNO

3-4 GIUGNO - ELEZIONI POLITICHE  - Risultati per la Camera

DC 38,3 --- meno 0,4 -- seggi 262 precedenti 262
PCI 30,4 ---meno 4,0 -- seggi 201 precedenti 228
PSI 9,8 --- pių 0,2 ---- seggi  62 precedenti 57
MSI  5,3 -- meno 0,8 --- seggi 30 precedenti 35
PSDI 3,8 -- meno 0,4 - seggi 20 precedenti 15
PRI 3,0 ---- meno 0,1- seggi 16 precedenti 14
PLI 1,9 ---- pių 0,6 ---- seggi 9 precedenti 5
PR 3,5 ------------------- seggi 18 precedenti 4
U.P. 1,4 ------------------ seggi 6

Il verdetto a sorpresa. La flessione del PCI enorme. Sensibili perdite nella DC. Avanzano i socialisti i liberali, il PSDI e i radicali. Un risultato che apre grosse incognite per la formazione del prossimo governo.
Appare evidente che una parte dei ceti medi produttivi, hanno cambiato bandiera, e una parte della classe operaia ha punito pesantemente gli accomodamenti berlingueriani. I "buchi" del compromesso fallito hanno reso la grande pentola del partito un colabrodo, hanno provocato pių buchi e danni e sdegno delle stesse pallottole degli estremisti rossi che sono "in guerra" contro tutti.

Il 10 GIUGNO, la settimana dopo le politiche, si svolgono le
Elezioni per il Primo Parlamento Europeo
Con qualche sorpresa rispetto alle politiche: Risultati: DC 36,4 - PCI 29,6 - PSI 11,0 - MSI 5,4 - PSDI 4,3 - PR 3,7 - PRI 2,6 - PLI 3,6 - PSIUP 1,2
Nei seggi distribuiti al Parlamento Europeo, il PSI domina con 110, Democristiani 107, Conservatori 63, Comunisti 44, Liberali 40, Democratici progressisti 21, altri minori 25.
Viene confermata la flessione della DC e aumenta la forte perdita del PCI. Si rafforzano invece i partiti di centro.

20 GIUGNO - Alla Camera viene eletta Presidente la comunista NILDE JOTTI con 433 voti, 67 vanno ad altri, 109 sono schede bianche, 9 nulle. Mentre FANFANI  č riconfermato Presidente del Senato con 264 voti.

FINE GIUGNO

PAGINA INIZIALE DELL'ANNO

  ALLA PAGINA PRECEDENTE