ANNO 1989 (Pagine in costruzione) MESE DI GIUGNO

a1989e.JPG (22466 byte)

CINA - PIAZZA TIENANMEN
ampio resoconto di tutta la stampa italiana

CINA -PIAZZA TIEN AN MEN - In primavera, questa piazza e' divenuta il centro della contestazione. Occupata per sette settimane, migliaia di studenti reclamano la democrazia. Hanno iniziato lo sciopero della fame, chiedendo un dialogo con le autorita, intanto protesta al centro della piazza con  una statua della Liberta' in polistirolo, come una sfida al potere. Il 4 giugno, il primo carro armato fa la sua comparsa. Tutta la notte i manifestanti tentano di opporsi all' avanzata dei mezzi corazzati, con lanci di pietre, barricate e bottiglie molotov.  Il mattino dopo la democrazia viene annientata in un bagno di sangue. Il 24, muore definitivamente il sogno cinese  (DI UNA PARTE DEI CINESI - Di ricchi borghesi in Cina ce ne sono tanti, pari all'intera popolazione italiana, e di libertą ne hanno, perchč hanno i soldi, perchč appartengono a caste, alla burocrazia, a una classe privilegiata da sempre favorita e intoccabile).

18 GIUGNO
ELEZIONI PARLAMENTO EUROPEO

Nel pesante clima gią descritto nelle pagine precedenti (e a parte quelle internazionali)  si svolgono in GIUGNO le elezione regionali in Sardegna. Che diventano motivo di test, anche se la situazione politica in altre regioni sono ben diverse (vedi Lega). Il PCI il pił ambiguo in questi ultimi tempi, sull'isola prende un'altra batosta, anche con l'"uomo nuovo" perde pił del 5%. 
Un pił 2,8% lo prende la Dc, e un pił 3,9% va al PSI. Gią si plaude.

Ma la settimana dopo ci sono invece le Europee che fanno ridimensionare le cifre e raffreddare gli entusiasmi.  Rispetto alle politiche precedenti la Dc perde 1,4%, il PCI riguadagna l'1% e i socialisti si devono accontentare di un pił misero 0,5. Insomma non č cambiato per il momento nulla.

A ottenere un primo grande successo pur non essendo un voto a carattere amministrativo o politico č solo la LEGA LOMBARDA che racimola il quadruplo delle preferenze ottenute alle politiche; da 186.255 voti, sale a 636.546. Una presenza scomoda anche i Verdi con 832.000 voti, anche se in precedenza ne avevano ottenuti 969.000.

Una controtendenza rispetto ai responsi delle urne avuti nelle elezioni politiche del 1987.
Il PCI recupera l'1% e la DC perde 1,4%, mentre il PSI avanza di un 0,5%, mentre i laici aggregati vengono quasi tutti penalizzati.

DC 32,9 - PCI 27,6 - PSI 14,8 - MSI 5,5
PRI-PLI 4,4 - PSDI 2,7 - Verdi 2,4
LEGA LOMBARDA 1,8 - Liste Varie 3,8

 

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV
INTERNAZIONALI e SPORTIVI

FATTI INTERNAZIONALE
1 giugno - Bulgaria: inizio dell'espulsione in massa verso la Turchia dei cittadini bulgari appartenenti alla minoranza turca (circa il 10% della popolazione) che rifiutano l' assimilazione forzata. Alla fine di agosto sono circa 310 mila i rifugiati giunti in Turchia, che il 22 agosto ripristina il visto d' ingresso.
1-10 giugno - Europa del Nord: visita pastorale di GIOVANNI PAOLO II nei Paesi scandinavi.
3 giugno - Iran: muore l' ayatollah RUHOLLAH KHOMEINI (89 anni. il 4 il consiglio degli esperti elegge ALI KHAMENEI (50 anni) Presidente della Repubblica. Il 8 si svolgono i funerali di Khomeini a cui partecipano milioni di persone.
3 giugno - Unione Sovietica: nella valle di Fergana (Uzbekistan) avvengono violenti scontri tra turchi Mesketi e Uzbeki: 67 persone muoiono, pił di 600 restano ferite. Il ministero dell'interno invia nella regione 7000 soldati e organizza l'evacuazione di migliaia di mesketi. dal 16 al 19 altri incidenti avvengono fra gli abitanti di Novy Uzen (Kazakhstan) e le forze di polizia: 5 persone muoiono e 52 restano ferite.
3-24 giugno - Cina: nella notte fra il 3 e 4 l'esercito interviene con carri armati e mitragliatrici pesanti contro la folla radunata in PIAZZA TIANANMEN e in altri quartieri della cittą: 320 morti secondo le fonti ufficiali, circa 1300 secondo Amnesty International.Il 9 DENG XIAO PING ricompare in pubblico per la prima volta dopo tre settimane e loda il ruolo dell'esercito nella repressione. il 13 la polizia arresta due dei 21 leader studenteschi ricercati per ''crimini controrivoluzionari''. Il 15 la televisione cinese annuncia le prime tre condanne a morte contro persone che hanno preso parte alle dimostrazioni antigovernative a Shangai. il 21 e 22 sono eseguite altre 50 condanne a morte. il 24 il Comitato centrale del Pc nomina JANG ZEMIN segretario generale del partito in sostituzione di ZHAO ZIYANG, accusato di aver sostenuto il movimento di protesta.
4 giugno - Polonia: si svolge il primo turno delle elezioni legislative parzialmente libere. il 18 nel secondo turno i candidati di ''Solidarnosc'' ottengono 99 dei 100 seggi del senato e 161 seggi alla camera bassa.
12-15 giugno - Germania federale: visita ufficiale del presidente del soviet supremo dell' Urss MIKHAIL GORBACIOV. Nella dichiarazione congiunta i due paesi si dicono favorevoli all'interdizione totale delle armi chimiche.
13 giugno - Ungheria: comincia la ''tavola rotonda'' fra rappresentanti del Posu (comunista) e gruppi dell'opposizione per preparare le prime elezioni libere, previste nel 1990.
15-18 giugno - Europa: si svolgono le elezioni per il parlamento europeo. i 518 seggi sono cosi' ripartiti: socialisti 180, democristiani 121, liberali 49, conservatori 34, verdi 29, sinistra unitaria europea (comunisti italiani) 28, gollisti 22, destra 17, coalizione delle sinistre (comunisti francesi) 13, arcobaleno 14, altri 11.
16 giugno - Spagna: il governo annuncia che la peseta, a partire dal 19, entra a far parte dello SME (sistema monetario europeo).
16 giugno - Ungheria: oltre 100 m la persone partecipano alle esequie solenni di IMRE NAGY, primo ministro all'epoca dell'insurrezione popolare del 1956, ucciso il 16 giugno 1958.
18 giugno - Grecia: alle elezioni politiche il Pasok (P. socialista) del primo ministro ANDREAS PAPANDREU perde la maggioranza assoluta in parlamento.
22 giugno - Angola: il presidente JOSE' EDUARDO DOS SANTOS e il leader dei guerriglieri dell'unita, JONAS SAVIMBI, firmano a Gbadolite (Zaire) un accordo di pace che prevede il cessate il fuoco e l'assorbimento nell'esercito regolare dei guerriglieri dell'unitą.
24 giugno - Ungheria: il comitato centrale del Posu elegge REZSO NYERS presidente del partito al ''vertice'' di un nuovo presidium formato dal segretario generale KAROLY GROSZ, dal primo ministro MILOS NEMETH e da IMRE POZSGAY.
26-27 giugno - Spagna: 41/o ''vertice'' dei Paesi CEE. L'assemblea ribadisce la determinazione a realizzare l'unione economica e monetaria europea e decide l'inizio della prima fase dell'unitą economica per il 1/o luglio 1990.
30 giugno - Sudan: un Colpo di Stato militare rovescia il governo civile di SADEQ EL MAHDI. prende il potere un consiglio del comando della rivoluzione di salvezza nazionale con a capo il generale OMAR HASSAN EL BECHIR. Il 9 giugno Bechir forma un governo che dimostra l'orientamento islamico del nuovo regime, riconosciuto solo dall'Egitto. 

FATTI SPORTIVI (in costruzione)

FINE GIUGNO

Torna inizio anno

  ALLA PAGINA PRECEDENTE