ANNO 1989 (Pagine in costruzione) MESE DI LUGLIO

 

(approfondimento in costruzione)

 

 

 

6 LUGLIO - Il Presidente Cossiga non si era arreso davanti alle dimissioni così "anomale" di De Mita. In un primo tempo ha dato  l'incarico a Spadolini, ma rinunciatario questi, ha richiamato nuovamente De Mita. Purtroppo da via Del Corso arriva il veto posto dal PSI. "con De Mita, mai!"
 Cossiga conferisce allora l'incarico a Giulio Andreotti.

23 LUGLIO - Andreotti ha ricucito lo strappo, ha accontentato un po' tutti e ha dosato bene gli equilibri, pur ritornando alla stessa coalizione di De Mita, con un identico pentapartito (riuscendo perfino a rosicare dal Psi a favore della Dc un 2 per cento in più  come influenza nella composizione). I ministeri sono gli stessi come numero, 30, come quelli del governo De Mita.

Cambia però i ministri. Un bel rimpasto! Vice è ora Claudio Martelli, agli Esteri troviamo De Michelis, agli Interni Gava, alla Giustizia Vassalli, al Bilancio Pomicino, alle Finanze Formica, al Tesoro rispunta Guido Carli, ai Lavori pubblici Prandini, ai Traspoti Bernini, alle Poste Mammì, all'Industria Battaglia,  al Lavoro Donat Cattin, alle Partecipazioni Fracanzani, alla Sanità De Lorenzo, agli  Affari sociali Jervolino  e altri ministeri minori.

E' un governo che (salvo una breve dimissioni  e reincarico nel marzo-aprile '91) "camperà" (è di Andreotti il termine)  993 giorni, fino al 24 aprile del 1992, cioè fino alla vigilia del primo preoccupante tonfo, che sarà però solo il prologo del grande sconquasso del 1994. 

27-30 LUGLIO - L'Andreotti VI, ottiene la fiducia al Senato il 27 luglio con 187 a favore contro 117, il 30 alla Camera con 371 a favore contro 200 contrari e 3 astenuti.

Durante tutto il mese, iniziando dal 18, a Palermo scoppia un vero e proprio "giallo" sul Pool Antimafia. Compaiono a Roma negli uffici giudiziari, cinque misteriose lettere di un anonimo (definito "il corvo") che scredita l'operato investigativo del giudice istruttore Giovanni Falcone. I sospetti sull'autore delle missive ci sono, ed infatti alcuni giornali parlano di un giudice dello stesso pool, che ovviamente scandalizzato nega le insinuazioni. 
Ad essere coinvolto è lo stesso alto commissario del pool antimafia Domenico Sica, nominato nell'agosto dello scorso anno, con alcune polemiche dentro il Csm, per non aver preferito in quel posto di alta responsabilità proprio Giovanni Falcone, ritenuto un profondo conoscitore non solo dell'ambiente ma anche di molte dichiarazioni, confessioni e indicazioni fatte e date dai pentiti, prima, durante e dopo il maxiprocesso alla cupola.

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV
INTERNAZIONALI e SPORTIVI

FATTI INTERNAZIONALE
1 luglio - Grecia: il leader conservatore TZANNIS TZANNETSKIS, forma un governo con l'appoggio dei comunisti, incaricato dell'ordinaria amministrazione fino alle elezioni di ottobre.
2 luglio - Unione Sovietica: muore ANDREI GROMYKO (80 anni), ministro degli esteri dal 1957 al 1985.
6 luglio - Strasburgo: MIKHAIL GORBACIOV parla al consiglio d'Europa e spiega la sua idea di ''casa comune europea''.
6 luglio - Ungheria: muore JANOS KADAR (77 anni), leader del Paese dal 1956 al 1988. lo stesso giorno la corte suprema riabilita IMRE NAGY, primo ministro durante l' insurrezione del 1956, giustiziato nel 1958.
7 luglio - Cuba: la corte suprema condanna a morte per traffico di stupefacenti il gen. ARNALDO OCHOA e altri 3 ufficiali.
9-13 luglio - Polonia e Ungheria: GEORGE BUSH compie una visita ufficiale in Polonia e Ungheria, primo presidente degli stati uniti a recarsi nell' Europa orientale.
12 luglio - Irlanda: CHARLES HAUGHEY, leader del Fianna fail, forma un governo con l' appoggio dei democratico-progressisti.
14-16 luglio - Parigi: vertice dei sette Paesi più industrializzati, che approvano quattro dichiarazioni politiche su diritti umani, terrorismo, Cina e relazioni Est-Ovest.
15 luglio - Unione Sovietica: nella Georgia avvengono scontri etnici tra georgiani e abkhazi, minoranza musulmana che chiede l' autonomia del territorio dell'Abkhazia: ci sono 16 morti e 127 feriti, mentre la tensione prosegue nei mesi successivi.
19 luglio - Polonia: il generale WOJCIECH JARUZELSKI é eletto capo dello stato: il 30 MECZYSLAW RAKOWSKI é eletto segretario generale del partito comunista (Poup).
24 luglio - Giappone: il primo ministro SOSUKE presenta le dimissioni in seguito alla sconfitta elettorale del proprio partito, il liberal-democratico (conservatore).
24-26 luglio - Addis Abeba: 25/o vertice dell' organizzazione per l' unità africana (Oua); HOSNI MUBARAK é eletto Presidente.
24 luglio - Gran Bretagna: il primo ministro MARGARET THATCHER compie un rimpasto di governo.
24-31 luglio - Mozambico: il Frelimo, partito unico al potere, abbandona il marxismo-leninismo, e fa un appello al dialogo ai guerriglieri della Renamo.
25 luglio - Strasburgo: il parlamento europeo elegge proprio presidente ENRIQUE BARON CRESPO, socialista spagnolo.
28 luglio - Iran: ALI AKBAR HACHEMI RAFSANJANI é eletto a suffragio universale capo dello Stato.
28 luglio - Libano: un commando israeliano rapisce il capo sciita SHEIK ABDEL KARIM OBEID; il 31 propone uno scambio con gli ostaggi occidentali e israeliani in mano a Hezbollah..
30 luglio - Parigi: comincia la conferenza internazionale sulla Cambogia; i lavori vengono sospesi il 30 agosto senza che le parti abbiano raggiunto un accordo.
31 luglio - Libano: il gruppo sciita ''oppressi della terrà' uccide l' ostaggio americano col. WILLIAM W. HIGGINS, impiccandolo.

FATTI SPORTIVI (in costruzione)

FINE LUGLIO

Torna inizio anno

  ALLA PAGINA PRECEDENTE