ANNO 1994 (Pagine in costruzione) mese di GENNAIO

 

"I dividendi? Alle banche"

"I punti di vista restano diversi. Per Mediobanca l'esposizione finanziaria netta della Fininvest nel 1992 era di 3428 miliardi. Per la casa del biscione la cifra giusta era 3.333 miliardi. Ma anche rispettando la classificazione degli uomini di Alfredo Messina, direttore finanziario del gruppo, l'indebitamento netto cresce a un ritmo rilevante.

Dai 3.333 miliardi si Ŕ passati secondo quanto risulta al "Mondo" a 3.800 miliardi a fine 1993.
Quasi 500 miliardi in pi¨. Che fanno salire nonostante il raffreddamento dei tassi, gli oneri finanziari a 400 miliardi, un vero salasso. Per Berlusconi Ú il conto pi¨ amaro da pagare. Si tratta di una specie di super dividendo, da versare non nelle casseforti di famiglia ma in quello delle banche creditrici"
. (Da
Il Mondo, 10/17 Gennaio, 1994).

Se Berlusconi non "scende in campo" e alle elezioni vince il centrosinistra, le banche con le nomine "rosse" chiederebbero subito il rientro dei 3.800 miliardi.

(approfondimento ancora in costruzione)

FATTI NAZIONALI

5 GENNAIO - Mario Segni presenta il 'Patto per l' Italia'.

5 GENNAIO - Divergenze dentro la  Dc che si spacca in due. Da una parte i "neocentristi" di Casini, Mastella, Carulli, che danno vita al CCD (Centro Cristiano Democratico)  dall'altra Martinazzoli che dalla scissione crea la sua nuova formazione politica il PPI, (Partito Popolare) riprendendo il logo di Don Sturzo, ma alla cui figura fanno riferimento anche i centristi; entrambi insomma si dichiarano eredi di quella tradizione.  (VEDI POI IN MAGGIO)

10 GENNAIO  - Lettera di papa Giovanni Paolo II sull' Italia.

11 GENNAIO  - Emilio Fede direttore del Tg4 nella edizione serale invita Montanelli  a dimettersi da direttore del  "Giornale", che Ŕ di proprietÓ di Berlusconi, perchŔ non solo non da' spazio nel suo giornale alle opinioni di Berlusconi  ma Ŕ in netto contrasto con la linea politica del suo editore. Montanelli malgrado la fiducia che gli accorda Berlusconi, si dimette dichiarando che "la rottura Ŕ insanabile". Fonda cosi un nuovo giornale 'La Voce', mentre Vittorio Feltri assume la direzione del "Giornale" dopo aver lasciato "L'Indipendente".

13 - Si dimette il presidente del Consiglio Ciampi.

16 - Il presidente Scalfaro, scioglie le Camere. Elezioni fissate per il 27 marzo (Pasqua ebraica) e prolungate fino alle 22 del lunedi'.

18 - La Dc diventa Ppi (Partito popolare italiano), ma la corrente di destra forma il Ccd (Centro cristiano democratico).

19 GENNAIO -  Ultimatum di BERLUSCONI. Nel corso di una conferenza stampa convocata ad Arcore, Berlusconi invita le forze politiche moderate a trovare un accordo elettorale entro il 23 sera. In caso contrario, l'imprenditore deciderÓ di scendere personalmente in campo alla testa di un movimento che si chiamerÓ Forza Italia. (Ma la fondazione del movimento era giÓ avvenuta davanti a un notaio nell' ottobre del '93, ed Ŕ tutto pronto).

21 GENNAIO - Si dimette il ministro dell' Interno Mancino, indagato nell' inchiesta Sisde, ma Ciampi respinge le sue dimissioni.

22 GENNAIO - Al Congresso del MSI si abbandona questa vecchia sigla e nasce AN (Alleanza Nazionale). Per acclamazione, Gianfranco Fini e' eletto coordinatore nazionale. Accenna subito che il suo schieramento politico, ha come possibili interlocutori il nuovo movimento Forza Italia di Berlusconi,  il CCD, ed anche la Lega di Bossi. Quest'ultimo sembra cadere dalle nuvole;  inoltre Maroni sta trattando con il Patto di Segni, ma l'intesa dura nemmeno 24 ore. Bossi ha giÓ deciso diversamente, di schierarsi all'opposto alleandosi con  il Polo di Berlusconi che a sua volta Ŕ alleato di Fini, lasciando sconcertati gli elettori leghisti.

23 - Il congresso del Prc elegge segretario Fausto Bertinotti.

26 GENNAIO - Con una videocassetta distribuita alle tv, Silvio Berlusconi informa il suo impegno diretto in politica. Annuncia al "Popolo Italiano" (questo slogan gli Ŕ molto caro  e ne fa largo uso) che ora scenderÓ in campo schierando il suo Polo della LibertÓ e candidandosi lui stesso alle prossime elezioni.

 

 

FATTI SPORTIVI
6 GENNAIO - Pattinaggio: Nancy Kerrigan aggredita mentre si allena. Nell' aggressione e' coinvolta la rivale Tonya Harding.
15 - Ciclismo: Moser fallisce il tentativo di battere il primato del mondo dell' ora, ma migliora il suo record di dieci anni fa.
29 - Sci: a Garmisch, l' austriaca Ulrike Maier muore per una caduta durante la discesa libera vinta da Isolde Kostner. Erano
27 anni che una sciatrice italiana non vinceva una libera. 2 febbraio - Calcio: Supercoppa al Parma che batte il Milan.

FINE GENNAIO - PROSEGUI CON IL MESE DI FEBBRAIO > >

PAGINA INIZIALE DELL'ANNO