ANNO 1996 (Pagine in costruzione) MESE DI OTTOBRE

 


6 L’ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga esce allo scoperto nel dibattito sulle riforme e invoca l’Assemblea costituente. I presidenti di Camera e Senato, Violante e Mancino, sono invece per la Bicamerale.
8 Il capogruppo del Pds al Senato, Cesare Salvi, parte all’attacco del Pool milanese di Mani pulite: «Troppe inchieste approssimative e voglia di protagonismo dei Pm». Il Pds si divide pro e contro le posizioni di Salvi.
La Corte costituzionale giudica fuorilegge i decreti-bis ovvero la reiterazione dei decreti legge; la legislazione d’urgenza non può andare oltre i 60 giorni. Ingorgo di provvedimenti ancora da approvare in Parlamento.
9 Anche Prodi e D’Alema si dividono sul Pool Mani pulite: pieno sostegno da parte del primo, dubbi sui metodi da parte dell’altro.

11 Berlusconi denuncia pubblicamente il ritrovamento di una microspia nel suo ufficio romano e parla di «libertà in pericolo». Condanna viene espressa da tutto il mondo politico.
12 L’asse Bertinotti-Bianco congela la Bicamerale sulle riforme. Motivo del contendere è la nomina del premier; i due si oppongono all’ipotesi di elezione diretta portata avanti dal Polo.

16 La Cassazione annulla il proscioglimento dell’ex Ss Priebke. Il giudice contestato non poteva emettere la sentenza e dunque il processo è da rifare.
17 Il comandante dell’Arma dei carabinieri, Luigi Federici, è durissimo con il governo sulla proposta di tagli alle forze armate e sull’ipotesi di unificazione tra carabinieri e polizia. Viene immediatamente redarguito dai membri del governo e da molti poltici, non solo del centro-sinistra.
Viene sfiduciato Rodolfo Brancoli, direttore del Tg1, il quale si dimette.
18 La Procura generale di Brescia rimuove il pm Fabio Salamone, che continua ad accusare il ministro Di Pietro. Secondo la Procura, «esiste una grave inimicizia di Salamone nei confronti di Di Pietro per motivi personali».
22 A ottobre l’inflazione scende al 3,1%.
Rivolta dei commercianti («faremo ostruzionismo fiscale», annuncia la Confcommercio) contro la modifica delle aliquote Irpef che sembrano penalizzare il ceto medio.
23 Spaccatura sia tra politici che tra magistrati sull’ipotesi di separazione delle carriere per giudici inquirenti e giudicanti.
Marcello Sorgi, ex direttore dei giornali radio Rai, è il nuovo direttore del Tg1.
Il procuratore capo di Firenze, Pier Luigi Vigna, è il nuovo Procuratore nazionale antimafia.
25 Il ministro Di Pietro accusa i parlamentari di lavorare poco. I presidenti delle Camere, Violante e Mancino, accusano Di Pietro di giudizi avvelenati e inopportuni.
26 Duecentomila giovani in piazza, con in testa la Sinistra universitaria, contro il numero chiuso nelle università.
28 Scontro D’Alema-Unità: il quotidiano difende il Pool Mani pulite contro le critiche del segretario del Pds. E’ la prima volta che la polemica è così scoperta tra i vertici del partito e il giornale.
Monito del presidente della Camera Violante ai pm: «Basta con gli show». La replica: «I politici non lo dicono, ma vogliono che la corruzione non sia più un reato».

FINO OTTOBRE

PAGINA INIZIALE DELL'ANNO - CONTINUA CON IL MESE DI NOVEMBRE > >