ANNO 1996 (Pagine in costruzione) MESE DI GIUGNO

  

1 GIUGNO - L'inizio del nuovo governo parte con una promessa che molti italiani attendevano. Questo era stato del resto il tema pių sbandierato nella campagna elettorale da tutti i partiti scesi in gara.
Il ministro delle Finanze VISCO annuncia illustrando il suo programma che non ci saranno nč stangate e nč tantomeno condoni, ma solo semplificazione del sistema fiscale e diminuiranno il numero delle imposte statali; poi nel dare una risposta ai federalisti, afferma che aumenteranno i tributi  a favore di regioni e comuni.

2 GIUGNO - Il presidente della Repubblica Scalfaro celebra il cinquantesimo anniversario della Repubblica Italiana con un discorso al Parlamento. I Leghisti provocatoriamente non partecipano, ma organizzano un raduno di "padani"  a Pontida, per fondare la PADANIA.

4 GIUGNO - Il segretario della Lega BOSSI allarma. Alle manifestazione di Pontida  viene insediato il CLP, Comitato di Liberazione della Padania con a capo ROBERTO MARONI. Viene organizzato il governo provvisorio della Padania con a capo PAGLIARINI. Viene annunciata  per il 15 settembre una grande manifestazione di popolo per l'indipendenza della Padania. 
Poi a nome del CLP sono invitati i presidenti  delle province amministrate dalla lega  (Varese, Bergamo, Mantova, Pavia, Padova, Treviso e Verona) a dare lo sfratto ai prefetti dalle loro province, "gli edifici non sono dello Stato ma delle amministrazione  locali".
Alla manifestazione  tra il folcloristico e il paramilitare di tipo tirolese, si č poi innestata anche una polemica con la Federazione Nazionale della Stampa. Bossi al grande raduno ha cacciato operatori e giornalisti delle varie televisione pubbliche e private agitandosi un po' troppo con il grido "Raus!". Anche nella voce quindi - oltre i vestiti- un po' di Tirolo e della Carinzia Austriaco c'era.

11 GIUGNO - Il ministro delle Finanze, ritorna sul suo programma, ne riconferma la linea e annuncia la sua riforma fiscale. Promette che le ridurrā in tutto a una decina.

14 GIUGNO - In materia fiscale, il giorno prima, il ministro della Sanitā BINDI ha annunciato di imporre un'aliquota del 1,5 per cento sulle pensioni superiori agli 8 milioni e mezzo annui (quelli che prendono 700.000 lire al mese per campare), poi il ...

19 GIUGNO ..... il governo vara  una manovra economica per 16 mila miliardi, di cui 5 mila miliardi di nuove entrate e 11 mila miliardi di tagli alle spese. Di questi 6.800 miliardi tagli sui trasferimenti in favore di imprese ed enti locali. Controlli severi sulle pensioni di invaliditā. Le reazioni non si fanno attendere da molti settori;  i pių critici sono quelli della confindustria; "il taglio alle imprese degli enti locali, Anas, Ferrovie ecc, procura molta disoccupazione a monte".

28 GIUGNO - Polemico sulla Finanziaria, sulle misure del governo, e sullo stesso Prodi, arrivano da Bruxelles, dal commissario europeo MARIO MONTI.



Fine Giugno

PAGINA INIZIALE DELL'ANNO - CONTINUA CON IL MESE DI LUGLIO > >