HOME PAGE
CRONOLOGIA

DA 20 MILIARDI
ALL' 1  A.C.
1 D.C. AL 2000
ANNO x  ANNO
PERIODI STORICI
E TEMATICI
PERSONAGGI
E PAESI

vedi stesso periodo "RIASSUNTI STORIA D'ITALIA"

ANNO 1654

*** FRANCIA- INCORONAZIONE DI LUIGI XIV
*** INGHILTERRA - LE DIFFICOLTA' DI CROMWELL
*** POLONIA - LA RIVOLTA DEI COSACCHI DELL'UCRAINA


*** FRANCIA - Il 7 giugno a Reims viene solennemente incoronato LUIGI XIV di Francia.
Al suo fianco soddisfatto il suo Pigmalione, il Primo Ministro cardinale  Mazzarino, l'uomo che lo ha forgiato all'assolutismo monarchico, ma che ritiene non pronto a governare. Dovrà attendere la sua morte, nel 1661. E come suo primo atto assolutistico, non nomina più nessuno Primo Ministro, ed è anche esplicito: "lo Stato sono io". Ed è tutto un programma! 
Un re destinato a incarnare l'assolutismo monarchico in Europa. Quella forma di regime monarchico nella quale il potere è esercitato da un sovrano che si ritiene libero da controlli e condizionamenti da parte di istanze politiche e rappresentative superiori o inferiori. "Libero da vincoli legali" (legibus solutus, onde assolutismo), tale per grazia di Dio e suo rappresentante in terra.
E stato scritto che Luigi XIV è nato quando tutti i Francesi avevano finito di imparare sui banchi di scuola cos'era il Rinascimento Italiano, e morì quando tutti i Francesi -scolari precoci- erano già sui banchi di scuola dell'immanente Illuminismo. L'unico assente a quelle lezioni Luigi XIV.

Un tentativo di riformare la società con un po' di "dispotismo illuminato" ci sarà comunque nell'azione di Luigi XIV, ma questo sforzo, resterà al di sotto delle necessità, ed è proprio questo fallimento, poi tramandato, che aprirà la strada alla Rivoluzione francese. 

*** INGHILTERRA - L'assolutismo non è a quanto pare solo nel Dna monarchico. Il Lord Protettore, quell'uomo appartenente a una modesta nobiltà di campagna, pervenuto con una rivoluzione e con un collettivo reicidio, nella più alta carica del regno d'Inghilterra appartenuto al all'energico  Enrico VIII, alla assolutistica  Elisabetta e che ora ha il potere cui Carlo I aveva ambito, convoca il nuovo Parlamento dopo l'instaurazione del Protettorato.
Governare è difficile, e d'ora in avanti lo sarà anche per lui. La decapitazione del re, la proclamazione della repubblica, la formazione di un nuovo Parlamento, non ha posto fine alle numerose tensioni politiche e religiose, dove le stesse correnti del movimento rivoluzionario si combattono aspramente.  

Dovrà affrontare anche lui le continue minacce, interne ed esterne. E anche lui sarà insofferente alle critiche di una forte opposizione, che non è inferiore a quella che lui stesso aveva praticato con la monarchia.

Già in questa sua prima riunione iniziano ad affiorare i primi contrasti, e dopo pochi giorni, l'uomo che ha ora quel potere detenuto da Carlo I, come Carlo I, insofferente a questi contrasti con l'opposizioni, fa la richiesta di escludere alcuni elementi (ritenuti radicali) dal Parlamento stesso. E lo fa e lo farà operando o con azioni legali o con misure di polizia o con la forza.

Nel frattempo termina la prima guerra anglo-olandese, causata dall'Atto di Navigazione. Con il Trattato di Westminster l'Olanda più che cedere è costretta a mettere fine alla guerra per non essere ulteriormente attaccata nella sua flotta anche nelle più lontane contrade.
E' insomma una prima "vittoria" degli "inglesi repubblicani", che favorisce una rapida crescita alla potenza commerciale inglese; ha eliminato dalle sue coste e dai suoi porti la potente concorrente, ma nello stesso tempo  stipula trattati commerciali in aprile con la Svezia, in settembre con la Danimarca, e colpo grosso firma un trattato di alleanza politica e commerciale con il Portogallo, che per non far la fine degli olandesi, si pone sotto il controllo politico ed economico inglese.
Indubbiamente con delle intese inglesi, i portoghesi riescono ad espellere gli olandesi dal Brasile prendendone il controllo.

*** OLANDA - Ma in Olanda ci sono oltre che questi problemi economici, ci sono anche quelli politici. E questi ultimi preoccupano Cromwell quanto i primi. Sono i legami di parentela tra gli Stuart (quindi Carlo II, il re d'Inghilterra deposto) e gli Orange (con Guglielmo III, figlio di Guglielmo II e di Enrichetta Maria Stuart, cioè una dinastia filocattolica scozzese).
Su pressioni di Cromwell viene sancito un patto segreto fra alcuni nobili-ribelli in Olanda che escluda dalla successione tutti i membri della casa d'Orange.

*** RUSSIA - E' dal 1651 che i cosacchi sono sul piede di guerra con la Polonia che li ha ridotti in schiavitù; purtroppo inferiori come forza militare, dei grandi successi non ne hanno mai ottenuti, solo delle repressioni con spargimento di sangue..
L'unica cosa di cui avevano bisogno i cosacchi era un forte alleato per proseguire la lotta ad oltranza. E questa alleanza l'avevano ripetutamente implorata allo zar di Russia Alessio chiedendo di mettersi sotto la sua protezione. Altrettanto avevano fatto con la Svezia quest'anno, quando su trono dopo l'abdicazione della regina Cristina, è salito Carlo X Gustavo; deciso nuovamente ad espandersi a spese di una Polonia diventata ultimamente troppo aggressiva e perfino egemonica nel Baltico.  
La svolta dopo tante insistenze avviene quest'anno: lo zar invia il suo incaricato, Buturlin a concludere un trattato con il capo cosacco Bohdan, confermandogli l'appoggio militare dei Romanov, e in caso di vittoria di concedere all'Ucraina una propria autonomia nelle relazioni diplomatiche fuorchè con la Polonia e la Turchia.
Concluso il patto, dopo l'inizio dell'ennesima rivolta cosacca, le truppe dello zar si muovono in loro aiuto entrando così in guerra con la Polonia, e subito impadronendosi di Smolensk. 
Mentre in soccorso dei cosacchi, aprendo un altro fronte nei confini polacchi, si muovono anche le truppe della Svezia; paese molto interessato a difendere alcune solidi basi sul Baltico e a conquistare altri territori.
Nell'iniziare quella che viene definita la Prima guerra del Nord (contro ha anche la Danimarca che mira anch'essa al baltico e si unisce alla Polonia)  Carlo X di Svezia si allea con il Brandemburgo di Federico Guglielmo, che è anche lui deciso a espandersi: nell'intera Prussia.
La guerra proseguirà fino al 1660, quando con la Pace di Copenaghen e Oliva. La prima stabilisce il predominio svedese nel Baltico, la seconda assegna la Prussia a Federico Guglielmo; che da questo momento integrando i potenti Junker negli apparati dello Stato, non solo rafforza il suo potere monarchico nel Brandemburgo, ma con la Prussia crea le basi di un grande potente Stato europeo (in seguito la futura Germania) 

*** A  Ratisbona OTTO VON GUERICKE compie il primo esperimento-dimostrazione della pressione d'aria; per la separazione di una sfera sotto vuoto occorrono ben due tiri di 8 cavalli ai due capi.

*** BLAISE PASCAL dimostra l'esistenza della pressione atmosferica nel famoso esperimento; cioè misurandola in una colonna di mercurio ai piedi e in cima al monte del Puyde Dome.

 CONTINUA ANNO 1655 >